24 febbraio 2018, ultimo aggiornamento alle 23.45
Insieme siamo imbattibili.

Centinaia di maestre e maestri in corteo a Bologna, il 23 Febbraio sarà sciopero

Nazionale, 10/02/2018 11:54

Ancora centinaia di maestre e maestri che sfilano in corteo a Bologna, in una fiaccolata attraverso le strade del centro e dietro lo striscione dell'USB. Diritto all'assunzione dopo anni di precariato alle spalle, no ad un contratto da fame che proprio per le maestre prevede meno di 85 euro lorde di aumenti, si alla mobilitazione fino a quando non si troverà una soluzione definitiva che metta fine alla precarietà nella scuola pubblica statale.


Con queste parole d'ordine USB rilancia la lotta e la mobilitazione con lo sciopero scuola del 23 Febbraio, dove a ROMA centinaia di docenti di ruolo, docenti precari e lavoratori Ata scenderanno in piazza per ridare dignità ad una scuola pubblica statale distrutta dalle politiche degli ultimi 30 anni che l'hanno piegata alle logiche aziendali e gerarchiche, con l'unico obiettivo di impedire che continuasse a educare alla libertà e al pensiero critico.


La scuola pubblica statale però continua a resistere ai presidi sceriffi, alla precarietà, all'umiliazione perpetrata con aumenti ridicoli e vergognosi, alla tracotanza serva di CGIL, CISL E UIL, a chi vuole distruggerla lasciando praterie ai privati.
La lotta continua, ci vediamo in piazza il 23 Febbraio.


Usb Scuola