26 aprile 2018, ultimo aggiornamento alle 15.21
Insieme siamo imbattibili.

I braccianti USB a Foggia rivendicano diritti e dignità, contro il voltafaccia della Regione Puglia

Nazionale, 13/04/2018 11:22

Giovedì 12 aprile i braccianti hanno incrociato le braccia e manifestato nelle strade di Foggia per rivendicare i propri diritti e riprendersi la dignità che in tanti stanno mortificando.

La manifestazione, piena di grinta e determinazione, ha fatto conoscere alla cittadinanza e alle istituzioni i motivi del disagio dei braccianti e le soluzioni che come lavoratori continuano a chiedere ai tavoli di trattativa: rispetto del contratto di lavoro, verifica dell'effettivo rispetto degli oneri a carico dei datori di lavoro (diritti salariali, previdenziali, sicurezza sul lavoro, lotta a qualsiasi forma di caporalato e sfruttamento, trasporto), rispetto dell’obbligo di regolarizzazione anagrafica con iscrizione nel registro dei residenti temporanei e rilascio della carta d'identità, inserimento abitativo, distribuzione certa e stabile dell'acqua potabile.

Al termine della manifestazione una delegazione dei braccianti è stata ricevuta dal prefetto Massimo Mariani alla presenza del Commissario straordinario per l'area di Foggia, prefetto Iolanda Rolli, e dall'assessore alle politiche sociali del comune di San Severo, Simona Venditi. Nel corso della lunga riunione la delegazione USB ha sottolineato e stigmatizzato la mancata applicazione dell'accordo del 31 luglio 2017 tra Regione Puglia e USB Lavoro agricolo, chiedendo una volta di più l’avvio di un reale e responsabile percorso che assicuri dignità e tutele ai lavoratori sia stanziali che stagionali.

Il prefetto di Foggia da parte sua ha rappresentato per grandi linee il progetto per il superamento dei ghetti. Su questo punto l’Unione Sindacale di Base si è riservata di rispondere nel merito con le proprie valutazioni e considerazioni quando il progetto sarà reso noto nella sua interezza.

È stato condiviso anche un percorso per il superamento degli ostacoli che finora hanno impedito ai lavoratori di potersi iscrivere effettivamente all'anagrafe dei residenti. Inoltre la Prefettura si è impegnata a migliorare e aumentare la distribuzione dell'acqua potabile in contrada Torretta Antonacci.

Infine è stato concordato l'impegno a rivedersi venerdì 20 aprile per fare il punto sulle vertenze sin qui trattate.

 


Unione Sindacale di Base Lavoro Agricolo

Unione Sindacale di Base Foggia

 

Vai alla Galleria Fotografica