USB SANITA LIGURIA: LETTERA APERTA AI COMPONENTI LA II COMMISSIONE SANITA’REGIONE LIGURIA

Genova,

In data 17/11/16 abbiamo avuto audizione presso Commissione Sanità dove i componenti hanno potuto ascoltare le diverse problematiche. L’impegno di questa Commissione era quello di audire l’amministrazione del Gaslini entro 15 giorni

Nulla è accaduto fino all’incontro con i capigruppo del Consiglio Regionale avvenuto il giorno 11/04/17. In quella sede infatti, alle ns critiche sul mancato rispetto degli impegni presi, siamo stati invitati a richiedere altra audizione in Commissione alla presenza della dirigenza del Gaslini. I gruppi politici presenti si sono mostrati favorevoli

Incontro che è avvenuto il giorno 11 maggio 2017 dove, alla presenza della dirigenza del Gaslini, come delegati Usb abbiamo esposto le varie problematiche.

Non ci aspettavamo altro da quelle che sono state le risposte dell’amministrazione Gaslini ovvero l’assenza di risposte e, la negazione delle problematiche esposte e dove ammesse, la non volontà di risolverle.

Tuttavia ci aspettavamo altro atteggiamento da esponenti politici del Pd e della Lega che, di fatto, hanno cercato di proibirci di esporre le ns tesi sia politiche che sindacali.

A quel punto, in maniera sicuramente ricercata da parte di questi esponenti,l’audizione si è di fatto conclusa e non vi è stata possibilità di approfondire alcune tematiche che consideriamo non di poco conto:

-Carenza di personale nei reparti del Gaslini.

-Mancato rispetto di molte parti del Dlgs81/08 sulla sicurezza dei lavoratori. Alle ns istanze per il rispetto della legge l’amministrazione ha risposto con atti intimidatori a danno del ns Rls

-L’impossibilità da parte del personale di poter effettuare i corsi di formazione nei giorni di riposo ed il dover rinunciare al recupero delle ore in eccesso

-Il mancato rispetto da parte dell’Assessore Viale dell’impegno per la costituzione di posti letto per adolescenti psichiatrici in fase di acuzie

-l’impossibilità da parte del personale di poter effettuare visite specialistiche tramite la mutua come prevede la legge (nota del Ministero della Salute DGPOB/III/0014368 del 24 aprile 2015)

-la carenza di divise per il personale

-Il mancato rispetto della ditta Cir (appalto ristorazione) degli impegni sull’assorbimento del personale

-Il capitolato per l’esternalizzazione del servizio di ristorazione prevede che l’ordinazione dei pasti dei piccoli pazienti e dei loro famigliari sia a carico del personale del Gaslini e su questo siamo totalmente in accordo. Non ci vengono date risposte sul perchè il personale dei reparti debba però inserire i dati tramite un software della ditta togliendo decine e decine di ore ogni mese all’assistenza pagata dai cittadini per regalarle ad un’azienda privata.

-Delucidazioni sull’inconcludente “accordo” inerente l’assunzione dei precari della ricerca

-La mancata concessione dei nulla osta da parte della Regione per la mobilità del personale

-Problematiche al centralino Cup

-Proposta di favorire accordi per le lavoratrici interinali che effettuano turni H24 e che si ritrova a dover scegliere tra maternità e lavoro, fatto che riteniamo inaccettabile.

- L’ assenza di risposte da parte dell’Assessore Viale in riferimento alla ns richiesta di conoscere i criteri regionali per il riconoscimento delle terapie subintensive

-L’impegno da parte della politica regionale di istituire un tavolo per la creazione di un albo per ex esposti amianto

 

Auspichiamo che componenti della Commissione ed i gruppi politici di cui fan parte, vogliano quanto prima approfondire le questioni affrontate

Da parte nostra continueremo a pretendere i diritti per lavoratori e cittadini denunciando tramite media, volantinaggi, banchetti e rivolgendoci agli enti preposti con ulteriori costi per i contribuenti per il disinteresse mostrato da questa amministrazione e da questa politica nei confronti dei lavoratori e lavoratrici per cui chiediamo

l’assegnazione dell’onoreficenza della Croce di San Giorgio al personale del Gaslini che, nonostante tutto, continua a fornire un’eccellente assistenza ai piccoli pazienti

 

Per USB

Pietro Cusimano Esecutivo Nazionale Usb Pubblico Impiego

Simonetta Peruzzi Coordinamento Nazionale USB Pubblico Impiego

 

Le Ultime Notizie