25 settembre 2018, ultimo aggiornamento alle 15.29
Insieme siamo imbattibili.

Dai trasporti all’Inps, le adesioni allo sciopero Usb

Nazionale, 10/11/2017 16:40

Partecipazione altissima allo sciopero nel settore del trasporto pubblico. A Roma, nonostante Atac dichiarasse un’adesione allo sciopero del 28,9%, questa mattina si sono fermate le linee metro A, B e C, le Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Centocelle. Rientrati in deposito il 95% dei mezzi su gomma. Adesioni del 90% tra gli operai.

A Venezia blocco totale del servizio: traghetti e vaporetti fermi in laguna e città paralizzata. Riunione urgente del prefetto con ACTV e USB, al termine della quale la Prefettura è ricorsa al precetto per riavviare il servizio nel pomeriggio. Dato lo scarso preavviso, con un precetto che imponeva la ripresa del servizio entro 20 minuti, Usb ha manifestato il pieno dissenso, rifiutandosi di sottoscrivere il precetto e decidendo di continuare nello sciopero, che ha visto una partecipazione superiore al 60%.

A Torino le percentuali di adesione hanno raggiunto il 76% a Gerbido. A Genova fermo il 40% del trasporto urbano e extraurbano. A Trieste adesioni al 50%, così come a Gorizia, dove per l’extraurbano si è registrata un’adesione del 70%. A Bologna il trasporto locale su gomma ha raccolto il 75% di adesioni, mentre in regione è stato soppresso l’80% dei treni regionali. A Ferrara fermo il 60% del trasporto urbano e il 50% dell’extraurbano. Percentuale altissima a Modena, 95%, mentre a Forlì si scende al 55% e Rimini si ferma al 30%.

In Toscana nel pomeriggio fermi l’80% dei mezzi a Livorno e il 75% a Pisa.

A Napoli chiuse Circumvesuviana e Cumana, mentre alla Funicolare centrale ha funzionato solo la diretta. Rientrati nei depositi oltre il 50% dei bus. A Palermo adesioni al 33%.

Completamente fermo il collegamento ferroviario Trenord, che gestisce il Malpensa Express. Nelle ferrovie calabresi gli impianti di Cosenza e Castrovillari fanno segnare un 35% di adesioni, mentre quelli di Gioia Tauro e Petilia Policastro il 30%.

Nel settore aereo cancellati tutti i voli dagli aeroporti di Pisa e Firenze, tranne quelli previsti dalla legge. I due scali sono da tempo in lotta contro l’esternalizzazione dei processi. Cancellazioni e ritardi per i voli Alitalia negli aeroporti di Milano, Genova, Bologna e Lamezia.

All’INPS adesioni allo sciopero al 19%, mentre la media dell’astensione dal lavoro, sia pubblico che privato, in Sardegna, è del 20%.
A Napoli si è tenuto un presidio all’ospedale San Giovanni Bosco durante il quale non è stato fatto pagare il ticket ai cittadini per sostenere le visite mediche.
A Trieste presidio al Municipio a sostegno della lotta delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi educativi e scolastici comunali.

Unione Sindacale di Base


Verso il 20 ottobre

 - 20 settembre
Calabria: Lamezia Terme, sala del Complesso Civico Trame, via degli Oleandri 5

-
24 settembre
Lombardia: Milano, Federazione Regionale, via P.Giacometti 11, ore 16.00

- 25 settembre
Piemonte: Torino, Federazione Regionale, corso A.Tassoni 37/b, ore 16:00

- 26 settembre
Friuli Venezia Giulia: Trieste, Federazione Regionale, via Ponziana 5b, ore 16:30
Liguria: Genova, c/o Inail, Sala Mattarelli, via D'Annunzio 76, ore 10:00
Umbria: Terni, Federazione Regionale, via Montanara 13, ore 17:00

- 28 settembre
Emilia Romagna: Bologna, Sala del Pallone, via del Pallone ore 16:30
Toscana: Firenze, Piazza della Libertà, ore 15

- 29 settembre
Sicilia: Pergusa (EN), sala convegni 'Garden' ore 09:30

- 1 ottobre
Veneto: Padova, via Marzolo 13/b, ore 17:00

- 3 ottobre
Sardegna: Tramatza (OR), Sala Conferenze Anfora Hotel, ore 15:00

- 5 ottobre
Lazio: Roma, largo dello Scoutismo 1, ore 15.00
Puglia: Bari, Hotel Majesty -via G. Gentile 97/b, ore 15:30