Nazionale,

Il Tribunale di Larino ha respinto il ricorso presentato dalla FCA di Termoli ( Cb) contro la sentenza di primo grado che l’aveva condannata per attività antisindacale ed al pagamento delle trattenute sindacali degli iscritti all’USB Lavoro Privato. Il tribunale di Larino conferma così il comportamento antisindacale della FCA, conferma l’ordinanza di far cessare subito tale comportamento, dando corso al pagamento delle quote di iscrizione sindacale a favore dell’USB Lavoro Privato, oltre a condannare FCA al pagamento di una pesante sanzione economica a favore dell’USB.“ La condanna dell’FCA per attività antisindacale non è un episodio isolato- dice Paolo Sabatini dell’esecutivo nazionale dell’USB- ma è solo una delle innumerevoli condanne subite da Fiat prima ed FCA oggi, a dimostrazione di una pervicace volontà aziendale di non volere che in azienda entri la democrazia, se non quando questa viene imposta dalla magistratura. Saremo costretti a seguire la stessa iniziativa anche alla...

Nazionale,

Il settore agricolo con i miliardi di profitto che genera fa dell'Italia uno dei principali produttori in Europa. Un dato che non trova riscontro nella condizione degli operai agricoli in termini di diritti sindacali e sociali. Per questi motivi i braccianti di Usb hanno deciso di marciare il 1° Maggio dalle campagne e dalle serre per dare voce ai loro bisogni. Sarà una giornata di lotta al di fuori dalla ritualità, nonché l'occasione per ricordare le donne e gli uomini che hanno perso al vita nei campi e nelle serre della filiera agricola: Paola Clemente, Mamadou Konaté, Nouhou Doumbia, Mohamed, Zacaria, Sekine Traoré e tanti altri, spesso finiti nel dimenticatoio.Il 1° Maggio dei braccianti si articolerà in due appuntamenti, in Puglia e in Calabria, ai quali parteciperanno associazioni antirazziste, laiche e religiose, in lotta contro il decreto Minniti – Orlando, decreto cosiddetto sulla sicurezza urbana dallo stesso governo Gentiloni. Un atto confermativo e peggiorativo di tutti...

Nazionale,

Da due giorni si è scatenato un attacco mediatico senza precedenti contro i lavoratori di Alitalia, quasi fossero loro i responsabili di decenni di  malagestione, di errori manageriali macroscopici, di accordi a perdere con compagnie straniere e regali alle low-cost, di connessioni partitiche e lobbistiche che nel tempo hanno depotenziato fortemente il ruolo di una delle più grandi aziende italiane e sicuramente la più grande del Lazio.Un attacco vergognoso costruito su falsità e mezze verità al quale si sta prestando anche gran parte della stampa. Un attacco ai lavoratori che hanno detto un solido NO non solo ai sacrifici richiesti, ma soprattutto al fatto che questi sacrifici avrebbero dovuto “sorreggere” un Piano industriale inesistente, senza alcun futuro, senza una strategia vincente, pensato probabilmente solo per arrivare alle prossime elezioni.I veri responsabili dello sfascio di Alitalia sono da una parte il mondo politico che ha sempre banchettato nelle pieghe della...

Le Ultime Notizie

Rete ISIDE Onlus
Rete Iside

Entra nella Rete!

RETE ISIDE ONLUS

Sostieni Rete Iside:

Dona il 5xMille

E' sufficiente indicare il Codice Fiscale 97534880584

Nel modello 730 o Unico nello spazio apposito