23 gennaio 2019, ultimo aggiornamento alle 14.56
Insieme siamo imbattibili.

GTT Torino, ecco perché USB sciopera il 16 gennaio

Torino, 09/01/2019 18:14

L’Unione Sindacale di Base ha indetto alla GTT uno sciopero aziendale di 24 ore mercoledì 16 gennaio, per ribadire la propria ferma contrarietà a un piano industriale che non rilancia l’azienda, la riduce di organico, esternalizza chilometri a vettori privati, e alla fine del triennio frammenterà GTT rendendola facile preda per le società private.


Un piano oltretutto in controtendenza rispetto a quanto promesso in campagna elettorale dall’attuale amministrazione comunale di Torino, sia alle tesi dell’attuale governo apparentemente favorevoli alla nazionalizzazione e non alla privatizzazione.


In tutto ciò la qualità del servizio erogato è notevolmente peggiorata: mezzi guasti o mancanti e turni soppressi hanno esasperato l’utenza e gli operatori di esercizio, sui quali quotidianamente viene scaricata ogni responsabilità per le lunghe attese in fermata – con tempi raddoppiati fino a superare i 40 minuti - che spesso si traducono in aggressioni verbali e azioni violente contro autisti, manovratori e controllori.

Questo accade perché la mancanza di manutenzione al già vetusto parco veicoli di GTT è causa di sistematiche soppressioni di turni in uscita dai depositi. Spesso per le ore di punta si ricorre ai mezzi in attesa di riparazione ma questi si fermano subito per strada o si incendiano nelle vie centrali della città, come accaduto di recente. Le sempre più scarse risorse vengono infine concentrate sulle linee centrali a discapito delle periferie e delle linee portanti dai paesi limitrofi.

La sindaca Appendino, l’assessore ai trasporti Lapietra e l’a.d. Foti, semplificano in modo assurdo la grave problematica delle vetture incendiate, ritenendola rientrante nella media rispetto agli anni passati, e così facendo sottovalutano il reale pericolo causato a utenza, personale dipendente e cittadinanza intera.

La carenza di personale addetto alla guida dei mezzi causa soppressioni di turni sull’intera giornata lavorativa. La rotazione dei turni di servizio è sempre più pesante, e la fruibilità delle ferie viene sistematicamente compromessa dalla necessità di coprire con ore di straordinario molti turni che altrimenti resterebbero scoperti. Non bastasse, viene promessa un’intensificazione del servizio per le giornate di blocco del traffico. Ci chiediamo con quali mezzi, visto che il parco veicoli a disposizione non è sufficiente per quello previsto normalmente.


Come unica soluzione GTT non trova di meglio che programmare come previsto nel piano industriale l’esternalizzazione di altre linee a vettori privati, che poi non riescono a gestirle al meglio, compromettendo pesantemente la qualità del servizio.

USB con gli scioperi dell’11 aprile, dell’8 maggio, e dell’8 giugno e del 17 novembre 2018, si è già espressa contro il piano industriale e contro l’assenza di corrette relazioni industriali con le organizzazioni sindacali e le relative RSU. La mancata trasparenza e il mancato coinvolgimento della RSU aziendale nell’applicazione del piano industriale, la scelta degli interlocutori non imparziale, creano confusione e voluta disinformazione  tra le lavoratrici e i lavoratori, danneggiandoli e svilendo il ruolo dei rappresentanti eletti sul territorio.

Alcune decisioni intraprese unilateralmente dall’azienda, non sono state discusse e concordate come auspicabile in un clima di corrette relazioni industriali aziendali, per cui USB attribuisce  la completa  responsabilità  del disagio arrecato con gli scioperi esclusivamente all’indisponibilità interlocutori aziendali, come già evidenziato nell’ultima convocazione di USB, avvenuta solo il 14 novembre 2018 a due giorni dallo sciopero del 17 novembre 2018, proclamato un mese prima.
                  
PER TALI  MOTIVI U.S.B. INDICE UNO SCIOPERO AZIENDALE DI 24 ORE PER PER MERCOLEDI 16 GENNAIO 2019

- per il personale viaggiante urbano-suburbano e di metropolitana da i.s. alle ore 6,00,  dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle ore 15,00  a fine servizio;

- per il personale viaggiante extraurbano gomma e ferrovia dalle ore 08,00 alle ore 14,30 e dalle 17,30 a fine servizio;

- per tutto il resto del personale GTT l’intera giornata lavorativa.

Lo sciopero si svolgerà nel rispetto dei servizi minimi garantiti previsti dagli accordi vigenti.                                                        


Unione Sindacale di Base Torino Trasporti