16 agosto 2019, ultimo aggiornamento alle 12.25
Insieme siamo imbattibili.

Asia-USB alla Regione Lazio: rilanciare l’edilizia pubblica. Via al tavolo di confronto sull’emergenza abitativa

Roma, 08/02/2019 13:35

È stato un incontro positivo quello svoltosi alla Regione Lazio tra Asia-USB - e altri movimenti per il diritto all’abitare – e l’assessore alle Politiche Abitative Massimiliano Valeriani, al termine del partecipato e combattivo corteo che dalla metro Garbatella ha raggiunto la sede della Regione.

Asia-USB durante l’incontro ha sottoposto alla Regione come prioritario un tema di sua competenza, cioè il rilancio dell’edilizia pubblica. Asia-USB ha anche sottolineato l’urgenza di affrontare e risolvere problemi come il piano di emergenza, i piani di zona e la vicenda degli enti previdenziali (aumento degli affitti e dismissioni), nonché la gestione delle case popolari.

La Regione Lazio, in risposta, si è impegnata a organizzare un tavolo permanente che affronti uno per uno tutti i punti dell’emergenza abitativa, cioè:

  • riattivazione del piano decennale di finanziamento di edilizia pubblica di un miliardo

  • conversione in legge della delibera 18 del 2014 per rendere operativo il piano regionale per l’emergenza casa e utilizzare i circa 200 milioni di euro di fondi ex Gescal messi a disposizione dal provvedimento

  • fermare sfratti e sgomberi per chi ha i requisiti di accesso a una casa popolare

  • avviare un piano di regolarizzazione degli inquilini senza titolo delle case popolari aventi diritto in base ai requisiti dell’edilizia residenziale pubblica

  • innalzare i limiti di reddito per la decadenza, considerando il 30% di quello dei figli

  • rinnovare l’amministrazione del patrimonio Erp escludendo ogni forma di amministrazione privata

  • stop all’aumento dei canoni nelle case popolari

  • impegno da parte della Regione Lazio alla tutela degli inquilini degli enti previdenziali (Inps, Enpaia, Enasarco, Casse ecc.), riattivando le norme regionali che prevedono la concessione di mutui agevolati o l’acquisto delle case da parte degli Ater per chi non può acquistare

  • attuazione della norma (L. 199/2008) che tutela chi è insolvente nel pagamento del mutuo della casa

  • una forte azione istituzionale da parte della Regione Lazio per la verifica della modalità di realizzazione dei piani di edilizia agevolata (piani di zona), e della spesa dei fondi, 1,5 milioni di euro negli ultimi 20 anni

  • fermare il sistema di gestione speculativo e sanzionare le imprese cooperative costruttrici che hanno commesso gravi violazioni.

"Nel corso della riunione sono stati affrontati diversi aspetti: dalla riforma della Legge 12/1999 agli interventi per il frazionamento degli immobili Ater, dai piani di zona all’housing sociale. Le parti hanno condiviso un percorso di confronto sulle varie misure che riguardano le politiche per la casa, anche attraverso incontri periodici", ha scritto la Regione Lazio in una nota diffusa al termine dell’incontro.  

Asia-USB registra positivamente il riavvio di un percorso di confronto interrotto da tempo e monitorerà che gli impegni presi non restino parole dette al vento.

Asia-USB