Nazionale,

Da due giorni si è scatenato un attacco mediatico senza precedenti contro i lavoratori di Alitalia, quasi fossero loro i responsabili di decenni di  malagestione, di errori manageriali macroscopici, di accordi a perdere con compagnie straniere e regali alle low-cost, di connessioni partitiche e lobbistiche che nel tempo hanno depotenziato fortemente il ruolo di una delle più grandi aziende italiane e sicuramente la più grande del Lazio.Un attacco vergognoso costruito su falsità e mezze verità al quale si sta prestando anche gran parte della stampa. Un attacco ai lavoratori che hanno detto un solido NO non solo ai sacrifici richiesti, ma soprattutto al fatto che questi sacrifici avrebbero dovuto “sorreggere” un Piano industriale inesistente, senza alcun futuro, senza una strategia vincente, pensato probabilmente solo per arrivare alle prossime elezioni.I veri responsabili dello sfascio di Alitalia sono da una parte il mondo politico che ha sempre banchettato nelle pieghe della...

Nazionale,

NOVE DECRETI DI CONDANNA SONO STATI NOTIFICATI IN QUESTE ORE AD ALTRETTANTI MILITANTI bolognesi per aver partecipato alla determinata manifestazione di protesta per l’omicidio del delegato USB della logistica avvenuto a Piacenza  nella notte tra il 14 e il 15 settembre scorso. A Bologna come in molte altre città italiane alla notizia dell’assassinio del nostro compagno la USB aveva chiamato i lavoratori a scendere in piazza. Ovunque la risposta era stata immediata e determinata. Ora il gip di Bologna condanna nove giovani militanti al pagamento di cifre esorbitanti, mediamente 25 mila euro cadauno, al posto di mesi e mesi di reclusione alcuni “in qualità di promotori della riunione pubblica di protesta organizzata dall’associazione sindacale USB a seguito della morte del lavoratore egiziano Abd Elsalam Ahmed Eldanf, investito………..e del conseguente corteo di protesta…….omettevano di darne preventivo avviso, almeno tre giorni prima, al Questore” (sic!); altri per aver acceso una...

Nazionale,

L'Unione Sindacale di Base ha organizzato per il 1° maggio 2017, insieme ai musicisti della Banda Bassotti da tempo impegnati in favore delle popolazioni del Donbass, la Carovana di Solidarietà con le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk. La partenza è fissata per il 29 aprile da Roma.Continuano così le iniziative di Usb in favore delle popolazioni del Donbass. Dopo quelle del 2015, anche nel 2016 Usb ha promosso azionidi solidarietà in molte città italiane, con la presenza di un dirigente della Federazione sindacale della Repubblica Popolare di Lugansk. Tutte iniziative mirate a far conoscere la situazione  reale nelle Repubbliche e la strenua resistenza della popolazione all’aggressione in corso.Le popolazioni del Donbass ormai da tre anni sono protagoniste della resistenza contro il ritorno del nazifascismo in Europa. Unione Europea, Nato e Usa hanno la responsabilità di questa aggressione sostenendo e armando le bande paramilitari ultranazionaliste e nazifasciste.Come...

Le Ultime Notizie

Rete ISIDE Onlus
Rete Iside

Entra nella Rete!

RETE ISIDE ONLUS

Sostieni Rete Iside:

Dona il 5xMille

E' sufficiente indicare il Codice Fiscale 97534880584

Nel modello 730 o Unico nello spazio apposito