Nazionale,

“La Grande Fabbrica. Dalla catena di montaggio alla catena del valore. Inchiesta su lavoro, impresa e salari in Italia e in Europa”. È il titolo della prima analisi scientifica, firmata USB e Cestes, sulla trasformazione del sistema produttivo italiano inserito nel contesto europeo e sulle ricadute che essa produce sui lavoratori, che sarà presentata domenica 23 Aprile alle 10 al Centro Congressi Cavour di Roma, in Via Cavour 50.Dopo anni di teorizzazioni sulla fine del lavoro, sulla scomparsa del lavoro manuale, degli operai e della fabbrica, questa inchiesta mostra come non solo l’Italia continui ad essere il secondo paese manifatturiero d’Europa, con un numero di addetti inferiore di poco alla Germania, ma  come l’area del lavoro operaio si sia espanso nell’ambito dei servizi all’impresa. L’Italia grande manifattura non può però essere tollerata dalla Germania, che ci preferisce in veste di grande mercato per le sue esportazioni. Ecco perché l’apparato produttivo, complice la...

Nazionale,

Basta minacce e ricatti, le alternative ci sono e il NO di chi vota non è un passo verso il baratro ma una giusta risposta dei lavoratori La vertenza Alitalia è giunta ormai ad una svolta: la pre-intesa sottoscritta da quasi tutte le sigle sindacali presenti alla trattativa,  ma non da USB, è in questi giorni sottoposta ad una consultazione non democratica e sicuramente poco trasparente. Manca il quorum, mancano regole cristalline e soprattutto è mancata l'informazione ai lavoratori sui contenuti di quanto sottoscritto.Per questi motivi USB considera questa consultazione una truffa e allo stesso tempo da indicazione di votare NO a tutti coloro che si recano alle “urne”.Dopo tanto parlare, scrivere e speculare sulla situazione Alitalia, è ormai tempo di semplificare al massimo l'analisi.•    Alitalia, prima pubblica e legata alle beghe di partito e ora privata, sbaglia piani e strategie da decenni e perde una montagna di soldi.•    Alitalia é ...

Nazionale,

Il 22 e 23 aprile si terrà a Roma la due giorni di Non Una Di Meno nazionale. Si riuniranno di nuovo i tavoli tematici (otto quelli previsti) e l‘assemblea plenaria per continuare a definire un Piano nazionale femminista antiviolenza da contrapporre a quello governativo. Come Usb non siamo nuovi alla partecipazione e condivisione di questo progetto. L'adesione a Non Una di Meno ha avuto inizio  partendo dall'assemblea nazionale dell'8 ottobre 2016, ed è poi proseguita con la partecipazione alla grande manifestazione del 26 Novembre e all’assemblea del giorno successivo.  Giornate in cui è stata ribadita forte e chiaro l'importanza del diritto a servizi pubblici accessibili, al reddito sociale, a casa, lavoro e parità salariale; all’educazione scolastica, alle strutture sanitarie – a comiciare da consultori liberi da obiettori; alla formazione di operatori sociali, sanitari e del diritto. Riconoscimento e finanziamento dei Centri Antiviolenza ed il sostegno economico per le...

Le Ultime Notizie

Rete ISIDE Onlus
Rete Iside

Entra nella Rete!

RETE ISIDE ONLUS

Sostieni Rete Iside:

Dona il 5xMille

E' sufficiente indicare il Codice Fiscale 97534880584

Nel modello 730 o Unico nello spazio apposito