12 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 22:51
Insieme siamo imbattibili.

Aeroporto, arriva il nuovo direttore e trova lo sciopero

Bologna, 06/09/2007 09:52
5 settembre 2007 - Corriere di Bologna Armando Brunini ha preso il posto di Umberto Chinni. Il 12 settembre primo consiglio di amministrazione di Claudia Zamorani

Bologna - MANAGER Il direttore Armando Brunini La nuova era dello scalo bolognese si apre in acque agitate. A poche ore dal suo insediamento ufficiale, è già sciopero. E così domani molti voli potrebbero essere a rischio. Nuovo direttore, vecchi conflitti al Marconi, che ha salutato l'arrivo del suo nuovo direttore generale, Armando Brunini — romano, 44 anni, in carica ufficialmente dal primo settembre al posto di Umberto Chinni — mettendo in calendario per giovedì un'agitazione di 24 ore dei dipendenti di Gesticoop, proclamata da Cub Trasporti e Uil Trasporti. Agitazione che potrebbe peraltro creare disagi nei servizi aeroportuali di gestione dei bagagli, con possibili ricadute anche sulla regolarità dei voli.

La Sab, la società di gestione dell'Aeroporto, assicura comunque che verrà garantita la piena efficienza dei servizi per garantire la regolarità dei voli almeno dalle ore 7 alle 10 e dalle 18 alle 21. Lo sciopero di domani è stato indetto per protestare contro le precarie condizioni di lavoro degli addetti alla pulizia dei velivoli e al carico-scarico dei bagagli. I lavoratori della cooperativa del consorzio Doro Group incroceranno le braccia per tutta la giornata, esclusa la fascia protetta. È il secondo sciopero indetto dai sindacati per richiamare l'attenzione sui problemi dei lavoratori delle ditte in appalto, dopo la crisi scoppiata all'inizio dell'estate e le minacce del responsabile locale di Enac, Genoroso Coraggio, di bloccare lo scalo dopo una lunga catena di denunce degli stessi sindacati per stipendi e contributi non pagati, accuse di scambio tesserini tra i lavoratori, episodi certificati di danneggiamento ad aerei e strutture. In programma per giovedì mattina un presidio dei dipendenti di Gesticoop, la cooperativa accusata di non avere pagato i contributi ai propri dipendenti, di avere rimandato la consegna delle buste paga e di non aver garantito condizioni accettabili di sicurezza. I sindacati chiedono quindi che Doro Group assuma in blocco tutti i lavoratori e i soci lavoratori di Gesticoop in forza al Marconi; che ne garantisca tutti i diritti, sanando il pregresso; che Sab dia immediata applicazione al protocollo d'intesa sugli appalti e imponga alle due società di handling, Marconi Handling e Bas, di non esternalizzare i servizi e di applicare ai lavoratori il contratto dei servizi aeroportuali.

Ieri intanto primo vertice tra Brunini e Giuseppina Gualtieri, neo presidente dello scalo bolognese dopo l'addio di Gian Carlo Sangalli, in attesa del cda del 12 settembre.

 

Arcelor Mittal: conferenza stampa della delegazione USB dopo incontro al Mise

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni