30 novembre 2020, ultimo aggiornamento alle 11:54
Insieme siamo imbattibili.

protezione civile Un vigile per 2450 persone

Firenze, 11/12/2001 00:00
le rappresentanze sindacali di base dei vigili del fuoco di Firenze denunciano un'inaccettabile carenza di organico

Protezione civile, le rappresentanze sindacali di base dei vigili del fuoco di Firenze denunciano un'inaccettabile carenza di organico. «La media europea prevede un vigile ogni mille abitanti, nell'area fiorentina gli operativi disponibili sono appena 50 per 44 comuni. Fatti tutti i conti in rapporto alla popolazione, risulta un vigile operativo ogni 2.450 persone» lamenta Paolo Pucci, del coordinamento provinciale. Nel presentare file sempre più sguarnite per un territorio da coprire invece molto vasto, le rdb elencano dati e squadre: 44 comuni su cui intervenire significano 954.000 abitanti, le sedi dei vigili del fuoco sono due a Firenze, un distaccamento aeroportuale, una sede a Empoli, una a Petrazzi, una a Figline, e una a Borgo San Lorenzo. Il personale impiegato in compiti operativi, quelli cioè che prendono e partono per le emergenze, ruota su quattro turni: ognuno composto in media da 97 persone. Media che però, nella pratica, scende vorticosamente in picchiata: se si tolgono le assenze per malattia e ferie, la media di presenze scende a 60/62, se poi sono previsti corsi di formazione o di aggiornamento si scende ancora a 59. Distribuendo questo personale tra le varie sedi e i distaccamenti, escludendo gli 11 dell'aeroporto che non possono uscire e sono quindi persi per il servizio esterno, risultano appena 50/52 vigili disponibili giornalmente: un operativo ogni 2.450 abitanti.

 

 

 

 

 

 

Venchi, le lavoratrici a piazza del Popolo con Non Una Di Meno

Venchi, solidarietà da tutta Italia

USB, 10 anni di rEsistenza

La scuola in pandemia

Primo Maggio 2020, pazienza zero /prima parte

Primo Maggio 2020, pazienza zero / seconda parte

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati