24 novembre 2020, ultimo aggiornamento alle 22:02
Insieme siamo imbattibili.

ACI: a Salerno i lavoratori protestano !!!

Salerno, 30/04/2009 16:53

 

I lavoratori dell’ACI-PRA di Salerno sono in stato di agitazione per protestare contro le gravose condizioni di lavoro in cui sono costretti ad operare ormai da due anni.

 

Infatti da due anni i dipendenti dell’Ufficio ACI di Salerno lavorano in condizioni di fortissimo inquinamento ambientale, come certificato dall’ARPAC, con gravi rischi per la salute.

 

I lavoratori chiedono, ai fini della tutela della salute loro e degli utenti, che la sede dell’Ufficio sia trasferita in un ambiente idoneo.

L’Amministrazione dell’ACI a più riprese ha assunto l’impegno di aderire alle richieste dei lavoratori, ma a tutt’oggi non ha fornito alcuna notizia certa circa la risoluzione del problema.


Il Coordinatore RdB ACI Campania

 

Marco Mascia

-------------------------------------------------

In seguito allo stato di agitazione dei lavoratori della Sede provinciale ACI/PRA di via Wenner, il prefetto di Salerno, Dott. Meoli ha convocato l'organizzazione sindacale RdB CUB per il giorno venerdì 8 maggio 2009 alle ore 12.30 presso la Prefettura di Salerno. Il Prefetto ha invitato il Segretariio Generale dell'Aci Ascanio Rozera a far partecipare alla riunione i funzionari dell'Ufficio Personale ed Ufficio Patrimonio dell'Aci.

Alla riunione parteciperà il coordinatore regionale RdB CUB ACI, Marco Mascia.

La RdB CUB chiede che si pervenga ad una rapida e risolutiva conclusione della vertenza che da anni i lavoratori dell'Aci di Salerno portano avanti per la tutela della loro salute e di quella degli utenti. Dare una sede idonea e dignitosa all'ACI e al PRA della provincia di Salerno è una condizione necessaria per dimostrare con i fatti che si vuole perseguire l'efficacia e l'efficienza delle Pubbliche Amministrazioni mettendo fine all'infamante propaganda dei lavoratori fannulloni e richiamando alle loro responsabilità le dirigenze politiche ed amministrative del Pubblico Impiego.

 


        Comunicato Stampa



RdB CUB dal Prefetto  per la vertenza dei lavoratori dell’ACI/PRA di Salerno



In seguito allo stato di agitazione dei lavoratori della Sede provinciale ACI/PRA di Salerno il Prefetto ha convocato l’organizzazione sindacale RdB CUB per il giorno venerdì 8 Maggio presso la Prefettura di Salerno.
All’incontro hanno partecipato i Dirigenti dell’Ufficio Personale ed Ufficio Patrimonio dell’Aci.
L’Amministrazione ACI ha dichiarato, nel corso dell’incontro, di aver sottoscritto un contratto di locazione che consentirà, nel termine di sei mesi, il trasferimento della Sede dell’Ufficio di Salerno dall’attuale sito caratterizzato da un fortissimo inquinamento ambientale.

La RdB CUB ha accolto con favore questa notizia che giunge alla fine di forti proteste e di una lunga battaglia da parte dei lavoratori per la tutela della loro salute e di quelle degli utenti. Nel contempo, però, la Rdb CUB esprime alcune riserve per l’ulteriore lungo periodo di attesa in condizioni lavorative oggettivamente difficili e per i rischi di battute d’arresto del procedimento del traferimento per il complesso iter burocratico che ha illustrato l’Amministrazione ACI.


Venchi, solidarietà da tutta Italia

Mercant* in fiera

USB, 10 anni di rEsistenza

Politiche attive, il webinar USB

USB incontra il Mibact

La scuola in pandemia

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Liberate i 18 pescatori ostaggio in Libia

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati