16 gennaio 2022, ultimo aggiornamento alle 11:03
Insieme siamo imbattibili.

Arriva Draghi e si volta pagina

Nazionale, 04/02/2021 16:05

L’incarico che il presidente Mattarella ha conferito a Draghi è il segnale di un vero e proprio cambio di passo. La gestione del Recovery Plan e dell’emergenza sociale che si avvicina impongono di rompere gli indugi e di passare ad un governo fortemente irreggimentato dentro i vincoli ferrei della UE. E Draghi è l’uomo giusto per svolgere queste funzioni.

Non sappiamo se chiamerà agli interni il generale Bava Beccaris (sic!) ma è chiaro che il nuovo esecutivo avrà un mandato molto rigido e dovrà appianare quelle timide contraddizioni con i diktat di Bruxelles che avevano caratterizzato gli ultimi anni. Nel mirino ci sono l’obbligatorietà ad accettare qualsiasi proposta di lavoro, per quanto indecente, per i percettori di reddito di cittadinanza (che sarà ridimensionato), la scomparsa di quota 100 e un nuovo inasprimento del regime pensionistico, la conclusione del periodo di cassa integrazione in forma più o meno selettiva e l’avvio della campagna di licenziamenti di massa.

E soprattutto una gestione dei fondi a favore del sistema delle grandi imprese e completamente (per non dire esclusivamente) funzionale ai piani europei di integrazione subalterna della nostra economia.

Dopo mesi di incertezza e di scontri di palazzo adesso vedremo tutte le forze politiche accodarsi al nuovo regime. I primi ad accorrere saranno il Pd e Berlusconi, ma poi seguiranno docili e mansueti anche grillini e leghisti e buona parte di quello che resta nel Parlamento. Lasceranno fare a Draghi quello che con difficoltà avrebbero dovuto gestire loro. Tutto senza opposizione, con la complicità di Cgil, Cisl e Uil.

In questo scenario non sarà irrilevante il ruolo del conflitto sociale. Ed è su questo versante che USB sarà impegnata per scombinare i piani a lor signori.

Unione Sindacale di Base

Roma 4-2-2021

Il nuovo numero di Proteo

"SOBERANA" La sfida di Cuba al Covid19

Le lavoratrici Alitalia in Campidoglio

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati