22 gennaio 2021, ultimo aggiornamento alle 11:24
Insieme siamo imbattibili.

Assemblea del 53° corso AVP e Interrogazione Parlamentare

Roma, 12/11/2002 00:00
Il 14 novembre a Capannelle per discutere le ultime vicende accadute e se necessario promuovere iniziative di lotta - Pubblichiamo il testo dell

IL GIORNO 14/11/02

ORE 16.30

PRESSO L’AULA MAGNA DELLA PALAZZINA COMANDO

ASSEMBLEA

APERTA A TUTTO IL PERSONALE DEL 53° CORSO DA VIGILE PERMANENTE IN PROVA

Lavoratori,

come da accordi presi nella precedente assemblea, alla luce dell’incontro avuto con il Capo Dipartimento e dai risultati che otterà l’Interrogazione Parlamentare consegnata il 9 c.m, la RdB indice un’altro incontro aperto a tutti gli allievi del 53° corso per discutere le ultime vicende accadute e se necessario promuovere alcune iniziative di lotta.

Come sempre è importante la partecipazione di tutti.

 

Di seguito pubblichiamo l’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno

 

INTERNO

Interrogazione a risposta scritta:

BULGARELLI. - Al Ministro dell'interno. - Per sapere - premesso che:

i vigili del fuoco sono dipendenti della Pubblica Amministrazione secondo quanto disposto dal Decreto del presidente della Repubblica n. 3 del 1957 «Testo Unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili dello Stato;

nel 1973 il Corpo nazionale dei vigili del Fuoco è stato smilitarizzato;

l'attività dei vigili del fuoco è regolata dal decreto legislativo n. 165 del 2001 e dai contratti collettivi nazionali di lavoro i quali hanno recepito i codici di comportamento dei pubblici dipendenti;

secondo la legislazione vigente l'impiegato della pubblica amministrazione in prova svolge le mansioni affidategli nei vari servizi ai quali viene applicato o frequenta i corsi di formazione istituiti dall'amministrazione;

Pag. 6218

l'impiegato presta la sua opera nel disimpegno delle mansioni che gli sono affidate in conformità con leggi ed osserva la Costituzione;

nelle scuole formazione di base ai vigili del fuoco permanenti in prova a metà ottobre, sarebbe stato distribuito una sorta di «codice disciplinare» che contrasterebbe manifestamente con la suddetta legislazione, e introdurrebbe norme di comportamento non più in vigore per i pubblici dipendenti, reintroducendo norme tipiche del settore militare;

l'articolo 23 del CCNL prevede, per quanto concerne la formazione, la preventiva informazione circa provvedimenti in materia, nonché, la concertazione e la consultazione dei soggetti sindacali maggiormente rappresentativi -:

 

se intenda informare i vigili del fuoco permanenti in prova dei relativi provvedimenti normativi che regolamentano i diritti e i doveri del pubblico dipendente e provvedere al ritiro del suddetto codice;

quali azioni intenda intraprendere nei confronti dei responsabili del Dipartimento che non hanno attivato le procedure previste dall'articolo 8 del CCNL.

(4-04454)

 

 

 

Pescara, sit-in dei lavoratori in appalto negli ospedali pubblici

Gli ospedali non si tagliano. La storia di Castel del Piano

Non sparateci. Siamo solo lavoratori pubblici

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

La scuola in pandemia

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati