12 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 06:35
Insieme siamo imbattibili.

Basta con gli inganni !!!

Roma, 09/04/2002 00:00
Gli accordi di luglio e le politiche concertative sono la vera beffa per i lavoratori

L'ultimo rapporto trimestrale sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti (consultabile sul sito www.aranagenzia.it), dimostra come la politica concertativa di Cgil, Cisl e Uil, comporta una perdita continua del potere salariale. Il bilancio sulle retribuzioni contrattuali del quadriennio 1998-2001 dimostra come i pubblici dipendenti contrattualizzati abbiano avuto un incremento nei 4 anni del 1,9%, a dispetto di un inflazione, a detta dell'Aran media 2,22%.

I rinnovi contrattuali voluti da Cgil, Cisl e Uil prevedevano, nel rispetto degli accordi di luglio, aumenti salariali pari all'inflazione programmata.

Per i dirigenti invece, si è fatta una deroga con aumenti stipendiali medi del 7,25%. Le tabelle riportano i dati relativi al quadriennio 1998-2001.

Il "COSIDETTO COMPARTO SICUREZZA" ha avuto aumenti nel quadriennio '98 -'01 INFERIORI AL PERSONALE CONTRATTUALIZZATO dello 0,25%.

Il 16 aprile la RdB invita la categoria ad aderire allo sciopero di 8 ore del

sindacalismo di base per contrastare le politiche del Governo e le politiche di concertazione di Cgil, Cisl e Uil.

Contro l'accordo del 4 febbraio sul Pubblico Impiego

Per mantenere le libertà sindacali e l'identità dei lavoratori

del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

TABELLE DI RAFFRONTO:

 

Arcelor Mittal: conferenza stampa della delegazione USB dopo incontro al Mise

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni