18 gennaio 2021, ultimo aggiornamento alle 21:58
Insieme siamo imbattibili.

Bologna: Vigili del Fuoco Contro la guerra senza se e senza ma

Bologna, 17/03/2003 00:00
Si è tenuto oggi un presidio di circa 50 vigili del fuoco davanti alla loro sede provinciale di Bologna

I vigili del fuoco che hanno partecipato all'iniziativa promossa da RdB, a cui hanno aderito anche lavoratori di altre organizzazioni sindacali, hanno volantinato e spiegato le motivazioni del presidio ai passanti sensibilizzandoli sul necessità di essere protagonisti in prima persona per dire no senza se e senza ma alla guerra contro l'Iraq.

 

Il corpo dei vigili del fuoco sta subendo da tempo tentativi di modifica dello stato contrattuale e la conseguente minaccia di militarizzazione del corpo che si vorrebbe usare in operazioni di ordine pubblico, e non in operazioni di soccorso alla popolazione.

 

Inoltre si è voluto sensibilizzare sulla carenza di personale ormai a livelli drammatici, tale carenza mette in continuo rischio di incolumità gli stessi vigili del fuoco, come stanno purtroppo a dimostrare lutti e incidenti sul lavoro che continuamente colpiscono il Corpo.

 

Non vogliamo medaglie alla memoria, né false dichiarazioni di cordoglio, né dichiarazioni propagandistiche rilasciate da esponenti del governo e dalla nostra amministrazione, ma interventi concreti di potenziamento di personale, aumento dello stipendio parificandolo agli stipendi dei colleghi europei, una formazione vera e mezzi e strumenti adeguati e moderni.

 

Chiediamo quindi al governo di stanziare più risorse per i vigili del fuoco e interrompere la spirale di tagli che anche in questa finanziaria ha di fatto solo messo a disposizione risorse economiche a favore del ministero della Difesa (o meglio della Guerra!).

 

I vigili del fuoco saranno sempre in prima fila in difesa dell'art. 11 della costituzione contro qualsiasi guerra sia essa "umanitaria" o "preventiva" e nel momento in cui ci sarà l'attacco all'Iraq parteciperanno allo sciopero generale

 

Gli ospedali non si tagliano. La storia di Castel del Piano

Non sparateci. Siamo solo lavoratori pubblici

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

La scuola in pandemia

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati