14 aprile 2021, ultimo aggiornamento alle 10:35
Insieme siamo imbattibili.

Civitavecchia, contro la logica di mercato USB rilancia l’unità dei lavoratori portuali italiani

Nazionale, 25/02/2021 10:59

Mercoledì 24 febbraio nella sede dell’Unione Sindacale di Base di Civitavecchia si sono incontrati, presenti per la Federazione Lazio di USB Lavoro Privato Umberto Fascetti e Guido Lutrario, i delegati dei porti di Genova e Livorno e i delegati sindacali delle varie realtà lavorative del porto di Civitavecchia.

L’incontro è l’ultima tappa di un percorso nazionale di tutte le realtà portuali italiane che USB ha avviato da alcuni anni su richiesta degli stessi lavoratori, stanchi della logica di mercato. Logica che di fatto ha frammentato il lavoro portuale in mille rivoli, portando a un continuo arretramento sui diritti e sulla sicurezza dei lavoratori stessi.

Logica di mercato che ha fatto scivolare negli ultimi 25 anni i porti in un regime di monopolio privato a favore delle grandi multinazionali del settore logistico/navale. La logistica mondiale, in questo momento storico di pandemia, sta macinando profitti. Migliaia di miliardi di euro, percentuali a due cifre di aumento dei bilanci, e di tutto ciò cosa rimane ai lavoratori portuali e alle città che li ospitano? La cassa integrazione. Cassa integrazione che viene pagata da INPS con i contributi versati dagli stessi lavoratori. Pertanto, la crisi la subiscono solo ed esclusivamente i lavoratori, mentre i signori delle multinazionali ringraziano.

Di questo hanno discusso i delegati USB presenti, che hanno deciso di rilanciare la questione portualità partendo proprio dalla legge 84/94 (“Riordino della legislazione in materia portuale”), entrando nel merito della legge e di tutte le sue declinazioni successive, in un percorso che porterà a una proposta di rilancio del lavoro nei porti. 

Lavoro che non parte da zero ma dalle esperienze di altre realtà portuali, che hanno sperimentato altre vie per riportare al centro il Lavoro, con la “l” maiuscola, e non la privatizzazione, la precarietà, la flessibilità, la frammentazione, le prevaricazioni e lo sfruttamento. Un “sistema” che non costruisce lo sviluppo e non garantisce la pace sociale nei porti e nelle città sedi di porti. 

USB Lavoro Privato Civitavecchia  

25-2-2021

Fermiamo la strage industriale di Stato

I tirocinanti calabresi a Roma

Batti il 5! Appello alla mobilitazione contro l'articolo 5

La casa è un diritto

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati