14 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 15:28
Insieme siamo imbattibili.

Continua la vertenza della Cub Trasporti per la stabilizzazione dei precari ....

Roma, 21/05/2007 18:26
DOPO LA DENUCIA DELLA CUB TRASPORTI IN ALITALIA ED IN ALITALIA SERVIZI INIZIANO LE ISPEZIONI DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI ROMA

Continua la vertenza della Cub Trasporti

per la stabilizzazione dei precari con contratto a progetto:

un illecito abuso di precariato effettuato

dalla Compagnia con l’avallo di CgilCislUilUglSdl

ANCHE IL MINISTRO DEL LAVORO

HA SOLLECITATO L’INTERVENTO DELL’ISPETTORATO DEL LAVORO

A FRONTE DELL’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DEL SEN. M. BUGARELLI

 

E’ iniziata nella ex-Compagnia di Bandiera l’indagine dell’Ispettorato del Lavoro per verificare quanto denunciato dalla Cub Trasporti: centinaia di precari con contratto di collaborazione coordinata e continuativa ma utilizzati come lavoratori subordinati senza le relative garanzie e sicurezze.

 

Un comportamento illegittimo di Alitalia e Alitalia Servizi che, nonostante il rifiuto del management e la distrazione delle altre sigle sindacali, deve essere sanato con l’immediata stabilizzazione di tutti i Co.Co.Pro. (Collaborazione Coordinata a Progetto) presenti nella Compagnia.

 

Oggi finalmente, a seguito degli esposti presentati dalla Cub Trasporti agli inizi di Marzo 07, sono iniziate in Alitalia Servizi ed in Alitalia le indagini degli Ispettori dell’Ufficio Provinciale del Lavoro con le interviste dei lavoratori interessati: sono cominciate nel settore informatico ma con ogni probabilità presto si estenderanno agli altri comparti della Compagnia.

 

La denuncia si è resa necessaria allorché dopo mesi di rivendicazioni da paerte della Cub Trasporti si sono palesate sia l’indisponibilità dell’azienda (nonostante l’opportunità degli sgravi contributivi e della sanatoria prevista dalla Finanziaria nel caso in cui i falsi collaboratori fossero stati stabilizzati entro il 30-4-07) sia l’indifferenza delle altre organizzazioni sindacali che, chiudendo ambedue gli occhi, hanno consentito tale illecito abuso in ogni ambito della Compagnia.

 

Risulta peraltro paradossale che un’azienda, il cui maggiore azionista è proprio il Ministro dell’Economia, non solo abusi della precarietà in numerosi settori ma scivoli nell’illegalità utilizzando…al nero lavoratori con contratto a progetto per attività di lavoro subordinato.

 

La Cub Trasporti, che da anni è in prima fila nella lotta contro ogni forma di precarietà nel Trasporto Aereo, ha intrapreso un percorso di iniziative politico-sindacali sull’argomento che hanno portato ad una serie di incontri con le istituzioni locali e parlamentari.

 

E’ in tale ambito che, tra gli altri, sono maturati gli interventi del Presidente della Commissione Lavoro della Regione Lazio, On. G. Mariani e l’interpellanza parlamentare del Sen. M. Bulgarelli contro lo sfruttamento dei falsi Co.Co.Pro. in AZ e in AZ Servizi e per la loro immediata stabilizzazione.

 

Ora, dopo l’intervento degli ispettori, ci aspettiamo invece che si creino le condizioni per ripristinare la legalità in azienda e che vengano restituiti ai falsi Co.Co.Pro. salari diritti e dignità a partire dalla loro immediata assunzione a tempo indeterminato.

 

La CUB Trasporti quanto prima indirà in ogni comparto della Compagnia riunioni ed incontri con i Collaboratori a Progetto per raccogliere testimonianze e documentazione in merito all’abuso subito da tali lavoratori e per aggiornarli sugli sviluppi dell’Inchiesta degli Ispettori del Lavoro.

 

Roma, 21 maggio 2007

CUB TRASPORTI

Roma – 00175, via dell’Aeroporto 129 tel. 0676968412 fax 0676983007 e-mail rsa.cub.trasporti@gmail.com

Magliana 3495615057 - 3332191370 / Fiumicino 3381049862 - 3397405888

 

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni