27 maggio 2020, ultimo aggiornamento alle 07:19
Insieme siamo imbattibili.

Deleghe e Dpef

Roma, 03/07/2002 00:00
Il Referendum tra i lavoratori è un obbligo !

La CUB – Confederazione Unitaria di Base – che, nonostante la propria larga e diffusa rappresentatività, comprovata anche dalla presenza nel CNEL, è arbitrariamente esclusa dai tavoli di confronto tra Governo e parti sociali per non aver sottoscritto il Patto di Concertazione del ’93 (sic!), ritiene indispensabile che qualsiasi accordo venga raggiunto sia sottoposto a referendum vincolante tra tutti i lavoratori.

 

La mancanza di una legge sulla Rappresentanza e Rappresentatività sindacale, osteggiata nella scorsa legislatura anche da pezzi del sindacato confederale, rende ancora più indispensabile questo passaggio democratico.

 

La CUB riafferma l’esigenza di uno strumento legislativo che consenta la verifica del “peso” delle organizzazioni sindacali chiamate ai tavoli negoziali anche nel settore privato e a livello Confederale.

 

Qualora non si sottoponesse a verifica tra i lavoratori il risultato dei negoziati in corso, la CUB procederà autonomamente alla consultazione nei luoghi di lavoro.

 

 

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Primo Maggio - Pazienza zero

La strage nelle RSA lombarde

Il videomecum USB sul coronavirus

Le nostre vite valgono

A cosa serve la sanità privata?

Il governo Conte è al lavoro per affossare il salario minimo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni