14 aprile 2021, ultimo aggiornamento alle 09:13
Insieme siamo imbattibili.

E' ORA DI SCIOPERO GENERALE! -24 ottobre 2014-

Roma, 27/09/2014 16:56

Il Coordinamento Nazionale confederale USB riunito a Roma il 27 settembre 2014 ha discusso approfonditamente della situazione di violento, reiterato attacco in corso portato dal Governo Renzi al movimento dei lavoratori e agli strati popolari con il Jobs act, con lo smantellamento dello Statuto dei lavoratori, attraverso la riforma della pubblica amministrazione che interessa tutta la struttura di welfare, dalla sanità alla previdenza alla giustizia alle autonomie locali e la riforma della scuola in cui sempre più si lascia spazio ai privati.

Il C.N. USB ritiene che questo rinnovato profondo attacco sia portato dal governo Renzi in nome e per conto della BCE e dell'Unione Europea che, per offrire qualche spiraglio di flessibilità economica e di scostamento dai micidiali parametri europei, pretendono la definitiva e totale deregolamentazione della normativa del lavoro, la drastica riduzione della funzione sociale della pubblica amministrazione, la privatizzazione del sapere, la riduzione dei salari e la totale precarizzazione.

La forza dirompente dell'attacco in corso e' il frutto delle scelte di condivisione del progetto dell'Unione Europea da parte di tutte le forze politiche e quindi di tutti i governi che si sono succeduti negli anni.

Ma la passività e la mancata risposta a tutti i provvedimenti che negli anni hanno portato ad una profonda riorganizzazione produttiva e ristrutturazione economica  sono responsabilità di CGIL,CISL e UIL, sindacati ormai parte integrante della casta e sempre pronti ad accompagnare le scelte del capitale in cambio di briciole sul fronte dei servizi e della bilateralità.

Il C.N. USB ritiene indispensabile dare un forte e rapido impulso alla riorganizzazione interna dell'USB per renderla sempre più adeguata alla crescita in atto e ai compiti strategici e di fase a cui il sindacato è chiamato per offrire a strati sempre più vasti di lavoratrici e lavoratori, precari/e, disoccupati/e, senza casa, pensionati e migranti il sindacato che serve.

Il C.N USB decide pertanto di indire uno sciopero generale dell'intera giornata per il 24 ottobre 2014 di tutte le categorie pubbliche e private con manifestazioni nelle principali città italiane.

Decide inoltre di sostenere e praticare lo sciopero sociale e generalizzato promosso collegialmente dal sindacalismo di base e da settori dell'attivismo sociale per avviare un percorso di lotta contro la precarietà, per l'occupazione, il reddito  il diritto all'abitare. A tal fine dispone almeno ulteriori quattro ore di sciopero da effettuarsi nella giornata del 14 novembre con articolazioni a livello territoriale e/o di categoria.

Ribadisce il sostegno e la promozione delle Giornate internazionali indette dal 13 al 16 novembre 2014 a Roma dalla Coalizione Internazionale dei Sans Papier, Migranti e Rifugiati di cui la USB e' parte integrante.

 

Il Coordinamento Nazionale USB

 

Fermiamo la strage industriale di Stato

I tirocinanti calabresi a Roma

Batti il 5! Appello alla mobilitazione contro l'articolo 5

La casa è un diritto

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati