14 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 02:51
Insieme siamo imbattibili.

INCONTRO DELLE RDB/CUB CON IL MINISTRO NICOLAIS SUL PRECARIATO

Nazionale, 19/04/2007 14:27

Ieri 17 aprile si è svolto l’incontro tra RdB/CUB e il Ministro Nicolais sulle tematiche legate al precariato del Pubblico Impiego.

 

La delegazione RdB/CUB ha ribadito al Ministro tutte le perplessità e osservazioni sulle linee guida per l’applicazione del comma 519 della legge finanziaria, già espresse attraverso un documento inviato nei giorni scorsi alla Funzione Pubblica e pubblicato sul nostro sito. Ci è stato comunicato che martedì saremo convocati, insieme a tutte le Confederazioni maggiormente rappresentative, per la definizione delle linee guida per l’applicazione del comma 519.

 

Ci è stata confermata “l’illicenziabilità” dei precari in possesso dei requisiti previsti per la stabilizzazione; per cui, appena ci verrà data la versione definitiva ed ufficiale delle linee guida, sul tavolo convocato martedì chiederemo che si intervenga per bloccare ulteriori licenziamenti e per garantire il rientro in servizio di coloro che sono stati ingiustamente allontanati.

 

Sui “7000” e cioè sul comma 521 ci è stato garantito che nei prossimi giorni il DPCM sarà finalmente emanato e quindi si potrà procedere alla stabilizzazione. La procedura dovrà essere svolta dagli uffici del personale delle amministrazioni senza ulteriori passaggi burocratici.

 

Abbiamo posto la questione dell’assorbimento degli LSU degli Enti Locali sulla quale abbiamo verificato una disponibilità del Ministro a lavorare per una soluzione della vicenda anche attraverso l’impegno ad uno specifico coordinamento con il Ministero del Lavoro al fine di trovare soluzioni che portino ad una definitiva stabilizzazione entro e non oltre il 2008. Come RdB abbiamo ribadito che i tempi devono essere più stretti e le soluzioni immediate e di reale stabilizzazione.

 

Infine abbiamo posto con forza la necessità di aprire un confronto su l’individuazione di nuove risorse e di percorsi di stabilizzazione anche per tutte quelle figure precarie che oggi sono state escluse dalle norme di stabilizzazione alle quali si sta dando applicazione. Il Ministro ha ipotizzato un percorso di conversione dei Co.Co.Co. in contratti a tempo determinato.

 

In sostanza abbiamo chiesto che si andasse al più presto a parlare del comma 417 e seguenti, come norma che lascia aperta la porta a tutte le tipologie contrattuali, e alla individuazione e effettivo stanziamento delle risorse necessarie a sostanziare il comma con risorse importanti.

 

Il Ministro si è impegnato ad aprire la discussione su questo punto prima del DPEF anche allo scopo di impegnare il Governo in tal senso anche nella prossima finanziaria.

 

Pur apprezzando la disponibilità del Governo a lavorare per trovare soluzioni al problema, rinnoviamo l’appello ai lavoratori precari di essere pronti alla mobilitazione per far si che agli impegni presi seguano i necessari provvedimenti. È importante che tutti i lavoratori siano coscienti che non devono assistere da spettatori, ma devono imporsi come protagonisti e possono farlo attraverso le lotte e insieme ad RdB/CUB.

 

E’ NECESSARIO CONTINUARE LA MOBILITAZIONE

PER L’ASSUNZIONE DI TUTTI SUBITO E DAVVERO!!

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni