31 marzo 2020, ultimo aggiornamento alle 15:20
Insieme siamo imbattibili.

L’Unione Sindacale di Base saluta e ringrazia i medici cubani e il governo di Cuba

Nazionale, 23/03/2020 10:43

Domenica 22 marzo sono arrivati in Italia 52 tra medici e personale sanitario cubano, organizzati in una brigata altamente specializzata nel trattamento di pazienti colpiti da virus, quindi soprattutto virologi e immunologi.

Le alte capacità professionali della sanità cubana sono ben note in tutto il mondo. Non solo per gli studi e le ricerche in campo scientifico e medico. Un apparato scientifico che ha messo a punto un farmaco, l’Interferone Alfa 2B, molto efficace nel contrastare gli effetti mortali del corona virus. Non a caso prodotto e adottato in Cina sin dai primi giorni dell’infezione.

Questi professionisti sono il simbolo e la realtà, incarnata in uomini e donne, della solidarietà internazionalista del popolo e del governo rivoluzionario cubano, che hanno inviato una brigata al di là dell’Oceano mentre anche il loro paese deve fare i conti con l’emergere, seppur in minimi termini, dell’infezione da covid19.

Uno sforzo che va parametrato al numero di abitanti dell’isola, ma soprattutto al comportamento dei governi che compongono l’Unione Europea, sino ad ora chiusi dentro la logica egoistica del profitto e degli interessi delle loro multinazionali, poi delle loro popolazioni.

Le brigate sanitarie cubane sono ben note a tanti popoli del mondo per i loro disinteressati e generosi sforzi in ogni luogo dove si determinano catastrofi naturali o sanitarie, sempre più spesso determinate dalla ferocia delle regole del neoliberismo capitalistico.

Basti pensare al loro impegno in Africa contro l’Ebola o in America Latina con l’operazione “Milagro”, con la quale stanno ridando la vista a milioni di ciechi a causa della loro povertà, che non gli permette semplici operazioni di oftalmologia.    

Già presenti in altri paesi contro l’attuale pandemia, come il Venezuela e il Nicaragua, ora sono nell’epicentro mondiale del covid19, nella “ricca” Lombardia dove a causa della privatizzazione della sanità e del comportamento criminale dei padroni delle fabbriche, che continuano a mandare al lavoro gli operai nonostante la pandemia, l’infezione si sta propagando sempre più, determinando il più alto tasso di infettati e morti.

In questo modo Cuba evidenzia, ancora una volta, la straordinaria attitudine umanista e solidaria della sua Rivoluzione, che dimostra al mondo la superiorità del Socialismo nel rispondere ai problemi di fondo degli esseri umani e della natura. 

W Cuba W l’internazionalismo proletario

USB Dipartimento Internazionale 

#25m il punto dello sciopero generale

Il videomecum USB sul coronavirus

Le nostre vite valgono

A cosa serve la sanità privata?

Pontedera: occupato il tetto per la riassunzione in Piaggio

Il governo Conte è al lavoro per affossare il salario minimo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni