12 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 23:03
Insieme siamo imbattibili.

La GIUSTIZIA VA IN PEZZI: INTANTO CHE IL MEDICO TROVA LA TERAPIA… IL MALATO MUORE

Bari, 22/05/2007 10:41

Oltre 200 Operatori degli Uffici Giudiziari di Bari hanno partecipato al SIT-IN di protesta tenutosi all’interno del Palazzo di Giustizia di Piazza De Nicola.
        
La manifestazione, che ha toccato oggi Bari e coinvolgerà le principali sedi giudiziarie d'Italia e culminerà dinanzi al Ministero della Funzione Pubblica a Roma, ha l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulla colpevole inerzia dell’Amministrazione e del potere politico di fronte allo “sfascio” della giustizia:

  • Risorse risicate
  • Lavoratori insufficienti a far fronte ai bisogni del cittadino
  • Condizioni di lavoro da terzo mondo
  • Diritti acquisiti e poi negati - la Riqualificazione destinata alla prescrizione come l’azione penale
  • Locali angusti, fatiscenti, pericolanti non in sicurezza
  • Taglio alle spese, mancanza di carta per le fotocopie, penne, timbri, computer, e-mail, ecc..

Lo smantellamento della Pubblica Amministrazione previsto dal Memorandum, siglato tra Governo e sindacati concertativi, è una cornice che dà connotati drammatici alle prospettive della Giustizia.
I Lavoratori della Giustizia, vittime e non artefici, del malfunzionamento della Giustizia sono stanchi di essere additati agli occhi dell'opinione pubblica come "fannulloni" e, pertanto, continueranno a seguire tutte le iniziative di mobilitazione e di lotta organizzate dalla RdB per una
GIUSTIZIA VERAMENTE AL SERVIZIO DI TUTTI

Arcelor Mittal: conferenza stampa della delegazione USB dopo incontro al Mise

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni