26 maggio 2020, ultimo aggiornamento alle 00:18
Insieme siamo imbattibili.

LSU LAZIO: CGIL CISL E UIL SI OPPONGONO ALL'INTEGRAZIONE DELL'ASSEGNO MENSILE

Roma, 20/07/2007 16:04
L’impegno ottenuto dalle RdB-CUB prevede un aumento di 200 Euro mensili

Nella scorsa settimina le RdB-CUB avevano ottenuto dalla Regione Lazio l’impegno per l’integrazione di 200 € mensili all’assegno per i Lavoratori Socialmente Utili, concordato con l’Assessore al lavoro Tibaldi ed incluso in una bozza di delibera.

L’adeguamento era già stato richiesto dalle RdB-CUB nell’incontro ottenuto il 28 giugno scorso col Presidente Marrazzo, a seguito dell’occupazione del Consiglio regionale da parte dell’organizzazione sindacale insieme ai lavoratori precari.

 

Questo impegno della Regione, necessario e urgente per adeguare un sussidio fermo al 1996 – e dovuto anche come simbolico risarcimento per 12 anni di lavoro svolto dai LSU senza contratto e contributi - viene ora messo in dubbio perché CGIL, CISL e UIL hanno espresso la loro contrarietà all’aumento dell’assegno.

 

Le RdB-CUB denunciano la gravità dell’opposizione di CGIL, CISL E UIL all’aumento del sussidio, che avrebbe come unico risultato quello di danneggiare pesantemente i lavoratori, portando alla deriva le conquiste di una lotta necessaria a trovare soluzione, con l’assunzione per tutti, della vertenza LSU.

 

Le RdB-CUB sollecitano inoltre con urgenza l’approvazione di un provvedimento regionale per aumentare il sussidio, un atto indispensabile per ristabilire dignità ed equità di trattamento nei confronti dei 3200 LSU del Lazio.

Igiene ambientale, sciopero nazionale

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Primo Maggio - Pazienza zero

La strage nelle RSA lombarde

Il videomecum USB sul coronavirus

Le nostre vite valgono

A cosa serve la sanità privata?

Il governo Conte è al lavoro per affossare il salario minimo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni