12 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 23:21
Insieme siamo imbattibili.

MILANO: parte la macchina della protesta !

Milano, 05/04/2007 00:00
È qui la FESTA ?

Il giorno 4 aprile ’07, quasi in contemporanea, si sono svolte 2 riunioni, quella delle OO.SS./RSU del comando di Milano e quella dell’IMPERO ROMANO che ha inviato una valanga di auto blù zeppe di Dirigenti (ma non erano finiti i soldi?...) per mettere a punto la “loro” festa, in antitesi a quella universalmente riconosciuta che si festeggia il 4 dicembre di tutti gli anni e cioè S. BARBARA.

Gli esiti della visita esplorativa non li conosciamo, ma possiamo informarvi di quanto è stato deciso nella riunione di tutte le rappresentanze dei LAVORATORI, riportiamo integralmente quindi quanto contenuto nel documento sottoscritto unitariamente da tutte le OO.SS..

 

“Il giorno 2 aprile 2007 presso la sala crisi del comando di Milano, si è svolto l’incontro con l’Amministrazione Regionale e Provinciale con le OO.SS. e RSU per la fase di raffreddamento riguardante lo stato agitazione proclamato il giorno 21/3/2006 con i punti sotto riportati, si è evidenziata l’impossibilità di risolvere le tematiche degli stessi, in quanto tali problemi possono avere risposte solo a livello centrale.

 

1 – ASSUNZIONE DEI PRECARI

2 – CONTRATTO SCADUTO

3 – RICONOSCIMENTO DEL LAVORO USURANTE

4 – FINANZIAMENTI ADEGUATI PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA’ DI SOCCORSO

 

Queste OO.SS e RSU alla luce dei gravi problemi che si evidenziano sul territorio Provinciale e Regionale intendono allargare tali ed ulteriori rivendicazioni a tutti i Comandi Provinciali della Regione Lombardia.

 

Durante la riunione il Direttore Regionale Ing. D’Ambrosio, informava che è in programma da parte del Dipartimento Centrale, l’organizzazione della festa Nazionale dei VVF da tenersi nella Città di Milano. Le OO.SS./RSU riunitesi in data 4/4/07 ritengono INOPPORTUNA da parte dell’Amministrazione centrale, la volontà di volere effettuare una festa in grande stile per dimostrare che comunque le cose vanno bene lo stesso, sottacendo alle istanze dei POMPIERI di Milano e della Regione Lombardia che chiedono di dare un dignitoso servizio di SOCCORSO, di SICUREZZA e di INCOLUMITA’ PUBBLICA ai Cittadini Milanesi e Lombardi.”

 

Nel corso della procedura di raffreddamento è stata apprezzata l’eventuale disponibilità del Direttore Regionale D’Ambrosio, nell’attivarsi presso l’ufficio del protocollo del Presidente della Repubblica, affinché durante la “festa” ci sia la possibilità di leggere un comunicato sindacale, che denunci le sofferenze a cui sono sottoposti i Pompieri.

 

Come il contratto nazionale (visto che è scaduto da 15 mesi e le cifre di aumento ipotizzate sono ridicole), finanziamenti adeguati per far funzionare i comandi e pagare i creditori che bussano alla porta (anche se per fare le feste i soldi si trovano), nuovi automezzi ed in numero sufficiente (oltre agli aerei destinati ai VVF/VIP), l’assunzione di tutti i precari, (visto che comunque sono utilizzati quotidianamente nei comandi, con mansioni tuttofare), e tante altre cose ancora…

 

Chissà se ci sarà la possibilità di farci ascoltare dal Presidente Napolitano? Certo sarebbe una bella cosa, ed anche un vantaggio, perché l’attuale Presidente della Repubblica, nel recente passato è stato a capo del Ministero degli Interni, quindi molte delle nostre problematiche dovrebbe conoscerle.

 

Forse non saprà che nel frattempo le cose sono notevolmente peggiorate! Ovviamente, non sarà facile farsi ascoltare dal Presidente, perché chissà quanti impegni e quanto poco tempo avrà a disposizione!

 

Perciò dovremo pensare a qualche metodo alternativo per farci ascoltare. Eh si, dopo i VVF lavavetri, dopo i VVF in mutande, mi sa che dovremo attivare la nostra fantasia e pensare qualcosa di carino per “festeggiare” il Presidente della Repubblica Napolitano e tutto l’entourage del nostro Dipartimento.

 

Arcelor Mittal: conferenza stampa della delegazione USB dopo incontro al Mise

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni