02 dicembre 2020, ultimo aggiornamento alle 08:54
Insieme siamo imbattibili.

SINERGIA (azione simultanea di due fenomeni che ne potenzia i singoli effetti)

Milano, 17/12/2002 00:00
Lettera aperta del coordinamento provinciale di Milano

Nei terribili tempi della seconda guerra mondiale, in Italia, cattolici e comunisti, il diavolo e l’acqua santa, si unirono con l’intento, poi riuscito, di riportare la democrazia nel Paese.

 

CISL e UIL si sono incartati in un abbraccio mortale con un governo che ricorda sempre di più una ciurma di pirati dedita al saccheggio della nostra povera italietta.

 

Bene, egregi colleghi della CGIL, visto che la situazione nazionale si riflette al nostro interno, visto che abbiamo un obiettivo in comune ( il passaggio del Corpo Nazionale all’interno del dipartimento della Protezione Civile ), non è forse giunta l’ora di unire le forze per ottenere l’agognato risultato? Oppure vogliamo farci fregare da personaggi che ragionano solo per interessi personali assomigliando sempre più alla Banda Bassotti?

 

Noi della RdB siamo fieri, con la manifestazione del 6 dicembre, di aver vinto una battaglia ma, visto che la concretezza non ci manca, sappiamo bene che la guerra è ancora in corso e non mancheranno i colpi di coda degli avversari.

Il fatto che quel simpaticone di Pompeo Pompierone sia in televisione tutti i giorni vi dice nulla? Davvero siete disposti ad andare in un comparto dove, tessere alla mano, sarete trattati come dei camerieri? (senza nessuna offesa alla categoria ).

A noi la prospettiva di diventare “colleghi” dei poliziotti e compagnia bella non ci attrae affatto; non fosse altro per la grande dimostrazione di democrazia sindacale data dai “colleghi” durante e dopo le giornate del G8 di Genova. Abbiamo letto, in quei giorni, delle dichiarazioni di sedicenti sindacalisti che avrebbero fatto rivoltare nella tomba chi si è sempre battuto per una vera democrazia nelle organizzazioni dei lavoratori.

 

Da Cofferati a Epifani leggiamo ogni giorno dichiarazioni che dimostrano che i vostri vertici hanno capito l’importanza della posta in gioco: orbene è venuto il momento in cui alle parole devono seguire i fatti!

Uniamoci per questa battaglia, poi dopo, speriamo da vincitori, vedremo il da farsi.

C’è un proverbio, qui da noi, che dice: “ ad essere in tanti è bello quando si mangia o si dice il rosario”. Bene, noi che siamo un po’ più laici pensiamo che ad essere in tanti è bello quando si è in piazza ad urlare contro un governo e relativi mercenari che ci vogliono rovinare la vita. E’ arrivato il momento di giocare il carico…..

Vi aspettiamo! Non vorrete davvero far vincere la Banda Bassotti?

 

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

Venchi, le lavoratrici a piazza del Popolo con Non Una Di Meno

Venchi, solidarietà da tutta Italia

USB, 10 anni di rEsistenza

La scuola in pandemia

Primo Maggio 2020, pazienza zero /prima parte

Primo Maggio 2020, pazienza zero / seconda parte

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati