12 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 21:36
Insieme siamo imbattibili.

SOLIDARIETA' AI MILITANTI NO TAV DENUNCIATI PER INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

Nazionale, 12/06/2007 01:01

A cinque mesi dalla mobilitazione della Valle di Susa in solidarietà alla popolazione di Vicenza in lotta contro l'aeroporto Dal Molin, tre militanti No Tav impegnati da sempre nell'opposizione al treno ad alta voracità, Luigi Casel, Gilberto Pezzoni e Lele Rizzo sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio ed altro.

 


Il 18 gennaio, infatti, centinaia di abitanti della Val di Susa resero evidente il loro, e nostro, convincimento che è essenziale la solidarietà pratica fra tutti i movimenti che si oppongono al degrado del territorio, alla limitazione delle libertà, al dilapidio della ricchezza pubblica.

 


È singolare che si scelgano tre persone fra tante all'evidente fine di intimorire chi partecipa ad un movimento pacifico ed abituato ad agire alla luce del sole.
È singolare ancora di più che ciò avvenga proprio adesso, quanto la lobby pro TAV riprende la sua pressione per imporre la TAV.

 


La Confederazione Unitaria di Base, sin da subito impegnata a sostegno del movimento No TAV e di tutte le mobilitazioni contro le nocività e la militarizzazione del territorio e della società, manifesta la sua piena solidarietà agli inquisiti e si impegna a sostenere tutte le iniziative necessarie per garantire la libertà di espressione e di azione dei movimenti dei lavoratori e dei cittadini.



 



notizie CUB sulla TAV in Val Susa qui

Arcelor Mittal: conferenza stampa della delegazione USB dopo incontro al Mise

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni