12 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 22:28
Insieme siamo imbattibili.

Venezia dopo l'incendio del Mulino Stucky

Venezia, 17/04/2003 00:00
Ci vuole un serio piano di sicurezza

Ecco arrivato un altro evento che rimette in discussione la sicurezza a Venezia, l’incendio allo Stucky, e come un film già visto tutti si attivano per capire e migliorare il piano sulla sicurezza cittadina. Elicottero subito si sente gridare dal mondo politico.

Noi crediamo che di fumo basta quello dell’ultimo incendio perché pensare che un elicottero, seppur utile allo scopo, non può esser l’unica risorsa alla popolazione di Venezia . La sicurezza si costruisce con piani preventivi, il Comune da qualche anno ha cominciato a installare degli idranti in alcune zone cittadine, e questo le fa onore, ma:

· SE non si colloca sopra agli idranti una cassetta con manichette e lance antincendio, come può esser utile nell’emergenza dove ogni attimo è prezioso.

· SE non si collegano alla rete d’idranti le case private (che superano i 10 mt. d’altezza), palazzi ed alberghi non si può parlare di prevenzione.

· SE non si uniformano gli accessi alle cabine di pompaggio o si uniformano gli stessi idranti (fin’ora su tre reti ci sono due tipo di idranti con chiavi d’apertura diverse) il tempo d’intervento dei Vigili del Fuoco viene notevolmente allungato con conseguente che si può certamente capire.

· SE non si fa nulla (anzi si parla solo) di potenziare i Vigili del Fuoco della Città lagunare che oggi conta di una presenza minima quotidiana di 16 persone con le quali si posso predisporre solo due equipaggi da incendio per tutta la gronda lagunare e altri 7 uomini in una imbarcazione portuale presso il distaccamento della Marittima come di può dire alla cittadinanza che la loro sicurezza dipende dalla sostituzione di un vecchio elicottero dei Vigili del Fuoco. A fronte di un organico di trenta unita di dieci anno fa.

· A vale la pena accennare che solo grazie abnegazione del personale che quel giorno era di turno libero NON in servizio che si è potuto fare fronte all'incendio dello Stucky

Ricordiamo con estrema freddezza che:

· l’indomani dell’incendio di COIN per la sicurezza hanno aumentato gli auto-respiratori nei messi dei VV.F.;

· l’indomani dell’incendio del Campo della Guerra hanno regalato una nuova imbarcazione ai VV.F.;

· l’indomani dell’incendio della Fenice hanno dato al via alla installazione degli idranti;

E all’indomani dell’incendio del Mulino Stucky ci dobbiamo aspettare il solo acquisto di un elicottero o una serio piano sulla sicurezza della città di Venezia?

 

 

Arcelor Mittal: conferenza stampa della delegazione USB dopo incontro al Mise

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni