14 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 15:50
Insieme siamo imbattibili.

Firenze. UN ECCELLENTE RISULTATO PER TUTTI I LAVORATORI: I Servizi Cimiteriali ritornano a totale gestione diretta. Superata la precarietà del lavoro nel settore con 32 nuove assunzioni a tempo indeterminato

Firenze, 15/05/2007 09:09
In allegato il testo dell'accordo

 

Questo pomeriggio, dopo mesi di lotta e confronto, la Rappresentanza Sindacale Unitaria del Comune di Firenze ha sottoscritto con l’Amministrazione Comunale un importante accordo sindacale, che segna una decisa inversione di tendenza rispetto alla dilagante esternalizzazione dei servizi che caratterizza la Pubblica Amministrazione nel suo complesso.



I contenuti principali dell’accordo sono i seguenti:

 


·    riassunzione in toto della gestione diretta dei servizi cimiteriali con riorganizzazione degli stessi;

 


·    cospicui interventi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro;

 


·    superamento delle posizioni di lavoro precarie all’interno del servizio con apertura di un bando di concorso per l’assunzione di 32 unità di personale nel profilo di operatore cimiteriale (profilo di nuova istituzione) a tempo indeterminato, con modifica del regolamento sulle modalità di accesso all’impiego, al fine di poter valutare e valorizzare al meglio l’esperienza e la professionalità maturata nel settore;

 


·    dotazione organica nel profilo di operatore cimiteriale fissata in numero di 62 unità;

 



I tempi e le modalità di realizzazione della parte relativa all’istituzione dei posti, al bando di concorso e all’espletamento delle prove sarà estremamente celere in quanto entro il 30 settembre tutti i posti dovranno essere coperti con personale a tempo indeterminato.

La R.S.U.  ritiene che l’accordo sottoscritto in data odierna, assieme all’accordo sottoscritto sulla stabilizzazione del personale precario, rappresentino due momenti estremamente significativi nella lotta per il superamento del precariato all’interno della Pubblica Amministrazione e per il rilancio di un  servizio pubblico di qualità .

La R.S.U. ribadisce inoltre apprezzamento per la scelta maturata anche se in modo sofferto dall’Amministrazione, ed auspica che a partire da questa ci sia un serio ripensamento in materia di gestione dei servizi pubblici locali.

RSU Comune di Firenze



16 maggio 2007 - Il Firenze

Palazzo Vecchio. La gestione rimane al Comune che promette 32 posti di lavoro
Cimiteri, firmato l'accordo, nuove assunzioni in arrivo
Cecchi (Rdb):«Soddisfatti del risultato per cui abbiamo lottato con manifestazioni»
di Federica Sanna

Firtenze - I cimiteri comunali resteranno a gestione diretta del Comune. Si mette un punto all'ipotesi di esternalizzazione che da tempo minacciava il destino di questo servizio e dei suoi lavoratori. E Palazzo Vecchio annuncia che saranno assunti 32 dipendenti a tempo indeterminato. L'ACCORDO tra l'amministrazione comunale e le rappresentanze sindacali è stato firmato ieri pomeriggio, dopo l'annuncio nei giorni scorsi, da parte della giunta, di aver respinto la proposta di project financing, presentata dall'Associazione temporanea d'impresa. «È una grande conquista per noi - afferma Stefano Cecchi, della rdb - siamo soddisfatti di questo risultato per cui abbiamo lottato duramente con manifestazioni e scioperi». Il Comune aveva manifestato per la prima volta l'intenzione di dare la gestione dei suoi cimiteri ad un'impresa esterna all'amministrazione, nel 2002. Da allora sono state valutate alcune proposte di project financing, l'ultima era stata presentata il 15 dicembre2006. Ma la risposta sulla sua fattibilità è arrivato soltanto a fine aprile. La motivazione principale che giustificava la decisione di esternalizzare, era quella del risparmio sui costi. Le rappresentanze sindacali hanno sempre sostenuto però che questa soluzione non avrebbe comunque creato una diminuzione della spesa, anzi un peggioramento della qualità del servizio. A questo si sommava poi la preoccupazioni rispetto ai 32 lavoratori interinali, nonostante le rassicurazioni date dall'assessore al lavoro, Riccarco Nencini che annunciava la tutela del loro posto di lavoro. Con quest'accordo si apre la possibilità di assunzione per queste persone. Verrà indetto un bando di concorso pubblico per un impiego a tempo indeterminato. «Si mette finalmente fine al precariato di questi lavoratori », dice Cecchi. Sarà anche istituita una nuova figura professionale, quella dell'operatore cimiteriale. «Una netta controtendenza -continua Cecchi - rispetto all'atteggiamento degli scorsi mesi, attendiamo ora il bando».


Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni