07 dicembre 2022, ultimo aggiornamento alle 10:02
Insieme siamo imbattibili.

Martedì 22 presidio dei rider alla Regione Lombardia per migliori condizioni di lavoro e di vita. Le 5 richieste di Slang USB

Milano, 21/11/2022 13:54

Il partecipato sciopero del 2 novembre ci ha dimostrato come sia forte la rabbia dei rider e la volontà di lottare contro le sempre peggiori condizioni del lavoro. Per questo Slang USB darà continuità a questa lotta chiamando martedì 22 novembre alle 9:30 un presidio alla Regione durante il Consiglio regionale. 

Esigiamo delle risposte alle nostre richieste! 

Per troppo tempo i rider sono stati sulla bocca di tutti senza che né le istituzioni né i sindacati confederali dessero delle soluzioni concrete e adatte a migliorare le condizioni di lavoro e di vita di questi lavoratori. 

Il contratto a firma Ugl si è rivelato un contratto pirata che non riconosce la natura subordinata del lavoro nel settore del delivery e ancora prevede un pagamento a cottimo; allo stesso modo il contratto Just East concordato con Cgil-Cisl-Uil anche se fa riferimento al CCNL Logistica ha derogato molto diritti di quest’ultimo soprattutto in materia di salario. 

Rivendichiamo di essere ascoltati in quanto, come sindacato USB, rappresentiamo davvero gli interessi dei lavoratori rider; riteniamo dovere del Comune e della Regione, in quanto garanti della sicurezza dei cittadini che lavorano sul proprio territorio, adoperarsi per assicurare migliori condizioni di vita e di lavoro. 

Per questo saremo il 22 novembre alle 9:30 davanti alla Regione esigendo che si faccia carico di fare pressioni su Assodelivery e Just Eat per convocarci a un tavolo cui sia presente anche il Comune. 

A questo tavolo rivendicheremo: 

  1. Applicazione del CCNL logistica senza deroghe di alcun tipo, sia in materia di salario che di altri diritti come la malattia e le ferie pagate;
  2. Obbligo da parte dell’azienda di fornire mezzi di trasporto e di sicurezza, compresa la loro manutenzione; 
  3. Hub logistici con docce, spogliatoi e aria condizionata dove aspettare le consegne; 
  4. Trasparenza dell’algoritmo riguardo all’assegnazione del punteggio; 
  5. Rispetto della legge Rider da parte dell’ispettorato del lavoro per obbligare le aziende di delivery a fornire i dati dei lavoratori riguardanti gli orari di accesso alla piattaforma e il pagamento dei cedolini.

 

Slang USB Milano

La catena del valore le catene del lavoro

Pubblico Impiego, la ricerca USB sui nuovi assunti

USB a Manchester: solidarietà ai ferrovieri RMT Union

La variante operaia in piazza a Roma

"SOBERANA" La sfida di Cuba al Covid19

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati