21 settembre 2020, ultimo aggiornamento alle 11:19
Insieme siamo imbattibili.

TPER taglia il premio aziendale: per USB è un insulto ai sacrifici dei dipendenti del trasporto pubblico

Nazionale, 06/08/2020 16:44

La decisione unilaterale della direzione TPER di non pagare l’anticipo del premio aziendale è da respingere nei modi e nei contenuti. Le lavoratrici e i lavoratori non hanno responsabilità per le perdite subite in questi mesi di emergenza: le decisioni sulle riduzioni dei servizi sono state prese da istituzioni e azienda durante lo stato di emergenza, soprattutto con i successivi tagli al servizio estivo. Perché queste scelte dovrebbero ricadere sul personale di TPER? Perché nonostante i sacrifici di questi mesi nel garantire un servizio essenziale dovremmo subire ulteriori ingiustizie?

Come USB riteniamo che ad una situazione eccezionale non si possa rispondere applicando ragionamenti e indicatori di premio come nulla fosse successo ed è per questo che riteniamo giusto che l’azienda paghi comunque il premio e che si apra un tavolo di trattativa che parta dal riconoscimento della eccezionalità della situazione e dall’esigenza di rispettare la dignità e il lavoro svolto in questi mesi e nei prossimi.

Ci aspetta una stagione autunnale difficile e piena di incognite sulla tenuta del servizio in termini di sicurezza e non solo: con questa decisione l’azienda parte decisamente con il piede sbagliato aprendo una stagione di conflittualità.

 

USB Lavoro Privato - TPER

SCARICA L'INSTANT BOOK

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni