21 settembre 2020, ultimo aggiornamento alle 11:41
Insieme siamo imbattibili.

Accordi sul precariato Teatro Regio: perché USB non ha firmato

Torino, 14/09/2020 09:56

La Rsu e la Federazione Provinciale Usb hanno deciso di non firmare l'accordo sui contratti a tempo determinato, poiché a nostro avviso limitante e privo di prospettive. Avevamo chiesto che i contratti a termine venissero stipulati almeno per TUTTA la stagione, viste che vi sono tutte le condizioni, e al contempo che vi fosse la prospettiva di un reale percorso di stabilizzazione, a cominciare da una revisione delle piante organiche o dall'applicazione di quanto previsto in merito all'ampliamento degli organici nell'ultimo decreto “Bonisoli”. La Fondazione ha invece ritenuto di proporre un accordo per i tempi determinati fino al 31/12. Andare alla firma di un tale accordo, con una dirigenza ormai svuotata di potere, dopo la nomina del nuovo Commissario, ci è sembrato limitante per i lavoratori interessati.

Allo stesso tempo Usb ha deciso di non firmare gli accordi sui lavoratori intermittenti, che si ripetono con lo stesso schema dal 2016. Infatti, come O.S non abbiamo avuto modo di entrare nel merito in alcune questioni a nostro avviso “problematiche” che vi sono contenute e che andrebbero quantomeno ridiscusse. In particolare riteniamo che buona parte del lavoro intermittente in Fondazione si possa considerare in qualche modo ciclico e pertanto, se così fosse, la forma di lavoro intermittente non ci pare quella più appropriata. In secondo luogo gli accordi prevedono che NON venga erogata l'indennità di disponibilità ai lavoratori, a parziale copertura economica dei periodi non lavorati. Anche su questo punto forse sarebbe necessario maggiore approfondimento. In terzo luogo gli accordi contengono deroghe alla legge in merito alla stipula dei contratti intermittenti, che vengono accettati a prescindere dall'età e a prescindere dalla percentuale del lavoro intermittente sull'organico fisso.

Si tratta, a nostro avviso, di argomenti meritevoli di ulteriore approfondimento, a seguito di un passaggio che Usb ritiene a questo punto necessario con la nuova Amministrazione.

USB è senz'altro a favore del lavoro ma per un lavoro che sia il più tutelato possibile. Per queste ragioni intendiamo lavorare per un cambiamento di prospettiva che porti alla firma di accordi che siano soprattutto su questo piano migliorativi.

 

RSU USB – DARIO GATTI

P/USB FEDERAZIONE DI TORINO – ENZO MICCOLI

SCARICA L'INSTANT BOOK

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni