15 agosto 2022, ultimo aggiornamento alle 04:50
Insieme siamo imbattibili.

Appalti Sevel Atessa, nuovo licenziamento illegittimo di un sindacalista USB: da Fada bugie e arroganza

Lanciano, 15/01/2022 13:23

Ancora un licenziamento illegittimo nei confronti di un sindacalista USB da parte di Fada Quality Service, azienda che opera all’interno della Sevel spa di Atessa come controllo qualità per conto dei fornitori, e ha appalti in svariati stabilimenti in Italia e all’estero. Un licenziamento che riteniamo illegittimo per le modalità con cui è avvenuto, per le bugie raccontate dall’azienda atte a discriminare un lavoratore e che sono state svelate anche dall’intervento dell’Ispettorato del Lavoro di Chieti - dopo le segnalazioni della nostra organizzazione - che auspichiamo prenda le giuste iniziative nei confronti dell’azienda. In passato stessa sorte era spettata ad un altro iscritto USB, licenziato con modalità diverse ma comunque discriminatorie così come stabilito dal Giudice del lavoro di Lanciano.

Andrea Pittelli nell’ultimo anno e mezzo ha subito tutta una serie di discriminazioni che gli hanno provocato anche problemi di salute. Gli è stato sospeso il badge per l’ingresso nello stabilimento Sevel, scaricando la responsabilità per la mancata restituzione sulla Direzione Sevel, circostanza smentita dall’intervento dell’ITL di Chieti oltre che dalle dichiarazioni della Direzione Sevel. Questo ha portato a comandare il lavoratore a trasferte in giro per l’Italia e anche all’estero, con la scusa che per lui non c’era lavoro in Val di Sangro, proprio perché gli era stato sospeso il badge che permetteva l’ingresso in Sevel.

Nonostante le varie diffide inviate sia dalla nostra organizzazione che dai legali, l’azienda ha continuato con il suo atteggiamento nei confronti del lavoratore, comminandogli una serie di lettere di contestazione disciplinare che inevitabilmente hanno portato al licenziamento. Tra le tante contestazioni anche una lettera di licenziamento che l’azienda ha dovuto ritirare per palese insussistenza del provvedimento.

Così come per l’altro lavoratore ingiustamente licenziato, l’USB attraverso i suoi legali ha già impugnato il provvedimento. Coinvolgeremo anche l’ITL di Chieti a sostegno delle ragioni del lavoratore contro un’azienda recidiva negli atteggiamenti arroganti.

Coordinamento USB Lavoro Privato Chieti

Lanciano 14/01/2021

Pubblico Impiego, la ricerca USB sui nuovi assunti

La variante operaia in piazza a Roma

Il nuovo numero di Proteo

"SOBERANA" La sfida di Cuba al Covid19

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati