Icona Facebook Icona Twitter Icona Instagram Icona Youtube Icona Rss Icona Android

In Primo Piano

Basta carovita, stop aumento di bollette e tariffe: cronaca della seconda mobilitazione nazionale USB contro la speculazione

Nazionale,

La seconda giornata nazionale di mobilitazione organizzata da USB contro il carovita, le bollette da rapina e la speculazione che impoveriscono ancora di più lavoratori e cittadini è iniziata con lo sciopero degli operai di tre cantieri della manutenzione stradale di Napoli, riuniti dietro gli striscioni “Basta aumento di prezzi e tariffe. Fermiamo il carovita”.

La giornata prosegue con 27 appuntamenti nelle città di tutta Italia. Qui le motivazioni della protesta, che segue quella indetta per il 3 ottobre scorso.

LA CRONACA DELLA GIORNATA

Livorno, ore 18,00

A Livorno USB ha dato appuntamento in presidio presso Piazza Garibaldi dove si farà anche volantinaggio contro il carovita e l'inflazione. 

Genova, ore 18,00

A Genova USB ha organizzato un presidio in piazza Montano per requisire gli extra profitti, chiedere tariffe sociali per lavoratori e famiglie e aumenti salariali.

Catania, ore 18,00

A Catania per questa giornata di mobilitazione USB ha dato appuntamento in piazza San Cristoforo per un'assemblea popolare contro il caro bollette e la speculazione.

Pescara, ore 17,30

A Pescara USB ha organizzato una manifestazione in Piazza Sacro Cuore contro gli aumenti dei costi energetici.

Bologna, ore 17,30

A Bologna una partecipata assemblea cittadina si è svolta nel quartiere popolare di San Donato, mentre in contemporanea in altre 26 città italiane  tantissime persone sono scese in piazza per la seconda giornata nazionale di mobilitazione organizzata da USB contro il carovita, le bollette da rapina e la speculazione che impoveriscono ancora di più lavoratori e cittadini.

Roma, ore 17,00

La mobilitazione nazionale USB prosegue con il presidio di Roma presso largo Ferruccio Mengaroni. Si scende in piazza per cotruire insieme comitati di resistenza contro il carovita.

Napoli, ore 16,30

A Napoli USB ha organizzato un volantinaggio con appuntamento presso largo Vergini alla Sanità contro l'aumento di prezzi e tariffe.

Palermo, ore 16,00

La giornata di mobilitazione di USB contro il caro bollette e l'inflazione prosegue con il volantinaggio organizzato a Palermo presso il quartiere Oreto Stazione.

Pisa, ore 15,30

Si parte con l'appuntamento di USB Pisa in presidio al CEP, presso piazzale Donatello, contro il carovita, gli aumenti delle bollette e le speculazioni sull’energia. In presidio è stata portata la bandiera della CGT Confédération Générale du Travail in solidarietà ai lavoratori della Total Energie e Exxon Mobil organizzati con la FNIC-CGT minacciati di essere precettati nella giornata di sciopero del 16 ottobre!

Bergamo, ore 14,00

A Bergamo USB ha organizzato un volantinaggio itinerante per rilanciare un'assemblea cittadina sul carovita, percorrendo i caseggiati popolari della città fino alle zone industriali di piccole e medie imprese. Dalle 17.00 alle 19.00 appuntamento al centro commerciale di Orio.

Firenze, ore 10,30 – 12,30

Prosegue la giornata di mobilitazione nazionale USB contro il caro bollette e l’inflazione: a Firenze si è tenuto un presidio in Piazza dell’Isolotto, nello storico quartiere popolare omonimo, con distribuzione di materiale informativo ed incontri con la cittadinanza.

Torino, ore 12,00

A Torino USB ha organizzato un volantinaggio informativo al mercato popolare di Porta Palazzo, con vari interventi contro il carovita e la speculazione sui prezzi, a cui hanno partecipato anche il Comitato Teleriscaldati, Potere al popolo e Cambiare rotta.

Ascoli Piceno, ore 12,00

Ad Ascoli Piceno USB ha organizzato un presidio di fronte all’ospedale Mazzoni denunciando gli aumenti in bolletta e l’inflazione.

Viterbo, ore 11,00

A Viterbo la federazione USB è in presidio alla sede Enel, per respingere aumenti e speculazione e dire noi non paghiamo la crisi. 

Taranto, ore 10,00

USB Taranto è in presidio sotto il comune, contro il carovita e la guerra. Durante il presidio è stata simbolicamente bruciata una bolletta per denunciare gli aumenti a fronte di salari che rimangono troppo bassi.

Milano, ore 9,30

Presidio e distribuzione di materiale informativo da parte di USB Milano al mercato di Piazzale Martini.

Napoli, ore 9,00

La giornata nazionale di mobilitazione contro gli aumenti in bolletta ed il carovita parte con uno sciopero: ad incrociare le braccia sono i lavoratori e le lavoratrici della manutenzione stradale di Napoli, Benevento ed Avellino. 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati