07 aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 18:53
Insieme siamo imbattibili.

Prevenzione coronavirus e Pubblico Impiego, USB: abolire la trattenuta per chi resta a casa, sì ai certificati medici a distanza

Roma, 26/02/2020 14:12

L'Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego ha inviato una lettera al ministro Fabiana Dadone in risposta alla direttiva 1/2020 della Funzione Pubblica contenente le misure di prevenzione per l'epidemia di coronavirus.

Nella lettera USB chiede al ministro che venga abolita la trattenuta stabilita dal D.Lgs. 1/09 (cosiddetta tassa sulla malattia), perché contrasta lo scopo della direttiva 1/2020. I lavoratori con sintomi, infatti, per evitare pesanti decurtazioni allo stipendio potrebbero decidere di recarsi a lavoro per difendere il loro salario.

USB chiede anche che la Funzione Pubblica si attivi con il Ministero della Salute affinché il medico curante contattato telefonicamente dal lavoratore sia autorizzato a rilasciare il certificato medico anche in assenza di visita diretta, come peraltro stabilito dai protocolli per l'epidemia in atto.

 

Unione Sindacale di Base - Pubblico Impiego

Ferie forzate? No, grazie

Il videomecum USB sul coronavirus

Le nostre vite valgono

A cosa serve la sanità privata?

Pontedera: occupato il tetto per la riassunzione in Piaggio

Il governo Conte è al lavoro per affossare il salario minimo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni