19 novembre 2019, ultimo aggiornamento alle 22:01
Insieme siamo imbattibili.

Undici giorni di attesa e l'ennesimo intervento del Prefetto per la vertenza di Agropoli

Agropoli, 31/07/2007 08:34

Finalmente, dopo 11 giorni di attesa, e dopo un ulteriore intervento della Prefettura di Salerno, si è tenuto stamattina alle ore 11,00, presso il Presidio Ospedaliero di Agropoli, l’incontro tra la delegazione della RdB CUB e la Direzione Generale dell’ASL SA 3. Per quest’ultima erano presenti il Direttore Sanitario Aziendale Dott. Giuseppe Di Fluri, il dirigente medico dott. Mondelli e il Direttore Sanitario dell’Ospedale dr. Lombardo.

Si riporta per esteso il contenuto del verbale:

“L’oggetto della riunione è stata la carenza di personale del Presidio ospedaliero. La riunione è stata la logica continuazione dell’incontro avuto con l’Assessore Montemarano.

Il Direttore Sanitario si riserva di convocare la RdB a seguito dell’incontro fissato per oggi con i Caposala per definire i carichi di lavoro. La riunione sarà fatta entro lunedì 6.8.2007.

La RdB ribadisce, così come ha fatto durante l’incontro all’Assessorato alla Sanità che per carenze di personale si intende la carenza di medici, infermieri, tecnici di radiologia, personale ausiliario e personale addetto alle pulizie.

La Direzione Sanitaria Aziendale sospende il provvedimento sulla formazione obbligatoria, riprendendolo a Settembre.

Per quanto attiene l’accorpamento dei reparti, finirà nel momento in cui ci sarà personale a sufficienza per far funzionare le due UU.OO. e sarà trattato in un prossimo incontro.”

Seguono firme dei presenti.

 

Nulla di fatto quindi, almeno fino a lunedì. Pertanto la RdB resta in attesa della prossima convocazione e comunica che tutte le componenti che hanno dato vita al comitato di lotta a difesa dell’Ospedale di Agropoli resteranno vigili fino a quando non sarà conclusa definitivamente e positivamente la vertenza dell’Ospedale.

Assemblea metalmeccanici USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni