07 dicembre 2021, ultimo aggiornamento alle 08:13
Insieme siamo imbattibili.

Green pass, servizi pubblici ridotti in molte città. Le prefetture intervengano affinché a pagare non siano lavoratori e cittadini! Venerdì 22 presidio a SS.Apostoli

Roma, 21/10/2021 14:04

I recenti Dpcm che hanno reso obbligatorio il possesso del green pass per recarsi al lavoro, stanno da settimane sollevando la rabbia dei lavoratori in tutto il Paese. Una misura che non solo si fa beffe delle migliaia di lavoratori e lavoratrici costretti in pieno lockdown ad andare a lavorare senza neppure le mascherine o le benché minime misure di sicurezza, ma che oggi li costringe a pagarsi i tamponi per lavorare, pena la sospensione dal lavoro e la perdita dello stipendio.

Ricade così sulle spalle e nelle tasche dei soli lavoratori la responsabilità di contrastare la diffusione del virus, mentre i datori di lavoro abbassano la guardia sulle misure di prevenzione e di tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, nonostante siano obbligati a farlo dalla legge 81/2008.

Ma non solo! Si stanno registrando in molte città forti ripercussioni anche a danno dei cittadini, soprattutto nei servizi pubblici essenziali, a partire dal trasporto urbano fino alla raccolta dei rifiuti, dai servizi presso le scuole comunali ai servizi presso i municipi. A Roma i cassonetti cominciano ad essere stracolmi e saltano le corse dei bus: sembra che ciò non interessi al governo, ai prefetti né tanto meno alle aziende e alle amministrazioni locali che per legge devono garantire alla cittadinanza la piena operatività dei servizi essenziali.

USB ritiene inaccettabile che a pagare la scelta dell’obbligo del green pass siano solo i lavoratori e i cittadini! Costa molto di più alla collettività e all’economia del paese privare i lavoratori dello stipendio e i cittadini di servizi pubblici che pagano regolarmente con le tasse. .

Venerdì 22 ottobre alle 9 presidio alla Prefettura di Roma.

Tamponi gratuiti a tutti i lavoratori, per garantire la regolarità dei servizi pubblici ai cittadini!

USB Roma Capitale

Il 4 dicembre di Bologna

Le lavoratrici Alitalia in Campidoglio

Un piatto di minestra a Sangalli di Confcommercio

Roma, manifestazione contro il G20

Salute contro profitto

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati