18 gennaio 2021, ultimo aggiornamento alle 21:35
Insieme siamo imbattibili.

IL COMUNE DI MILANO RIORGANIZZA I SERVIZI AUSILIARI NELLE SCUOLE MATERNE. MA COME ????

Milano, 01/08/2007 08:25
In allegato il volantino da scaricare

I servizi Ausiliari delle scuole Materne del Comune di Milano, ormai da anni riversano in uno stato di degrado e abbandono, dove:

·    l’età media dei lavoratori è di oltre cinquanta anni ,
·    un terzo possiede limitazioni al servizio ( servizio di riguardo),
·    una media di cinquanta lavoratori ogni anno vanno in pensione,
·    negli ultimi  quattro anni, oltre centocinquanta lavoratori sono stati trasferiti presso altri settori per effetto di progressioni verticali (per fortuna).

Negli anni, i carichi di lavoro sono diventati sempre più massacranti,  i lavoratori quotidianamente sono soggetti a spostamenti presso altre scuole per tamponare le varie carenze del servizio causate dalla situazione sopra descritta .

Di fronte a questa situazione, lasciata degenerare, negli ultimi due anni l’unica soluzione tampone trovata dall’Amministrazione è stata quella di assumere circa duecento lavoratori a tempo determinato, la maggior parte di loro part-time. Questo non ha però consentito di risolvere i problemi del servizio.
 
Con l’evento della giunta Moratti, il settore Servizi Ausiliari delle scuole materne è stato inserito all’interno di una nuova Direzione Centrale denominata Facility Management, con il compito di risanarlo.

Dopo vari incontri, richiesti dalle O.O.S.S, l’amministrazione, in data 11 luglio 07, presenta e sottoscrive con le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL, UIL, CSA, DICCAP, un “protocollo”  di concertazione, che prevede:

·    Affidare a “Milano Ristorazione” la somministrazione dei pasti, il rigoverno dei locali, il lavaggio delle termiche nell’ambito delle scuole dell’infanzia e le attività di rigoverno e lavaggio termiche in 34 nidi sprovvisti di centro cottura.
·    Previo gara di appalto Affidare a ditte esterne, attraverso Milano Ristorazione, il servizio di pulizie in orario serale,  
·    Proroga fino al 31 dicembre 2007 per 110 lavoratori Part-Time con contratto a termine

Il passaggio di detti servizi a “Milano Ristorazione”  dovrebbe avvenire in modo graduale, a partire  dal 4 settembre 2007 in 90 scuole dell’infanzia, estendendosi a tutte le altre a partire dal mese di novembre, per poi arrivare al totale  assorbimento di tutte le attività entro il 31/12/2007.

Per quanto riguarda il personale Ausiliario delle scuole materne:

·    Saranno destinati due commesse/i per ogni scuola, con l’aggiunta di una unità nel caso la scuola abbia un padiglione, piano o una entrata in più, per un totale di 480 unità,
·    195 commesse/i con limitazioni di servizio, verranno tolti dalle scuole e trasferiti in altri settori: Musei, scuole paritarie, centri di formazione professionali, affidandogli mansioni di sorveglianza, custodia e accoglienza, previo colloqui che l’amministrazione effettuerà con i singoli lavoratori a partire dal mese di luglio.
·    Il Settore Gestione Risorse Umane si riserverà di valutare la possibilità di procedere alla modifica del profilo professionale per le nuove mansioni che andranno a ricoprire.

Perché i delegati RdB/CUB non hanno siglato questo accordo ???
 Qual è il prezzo che i lavoratori devono  pagare ???

·    Le pulizie verranno appaltate a ditte esterne. Un servizio così delicato, in stretto rapporto con la quotidianità educativa, verrà affidato a  personale sottopagato, demotivato e precario.
·    Verranno lasciati a casa gli oltre 200 ausiliari precari che prestavano servizio nelle scuole. Non esistono, nell’accordo, le prerogative per una loro assunzione né da “Milano Ristorazione” né dalle imprese di pulizia.
·    Il “trasferimento” del personale ausiliario dalle scuole materne ai Musei e alle scuole serali vedrà un netto peggioramento delle condizioni di vita di questi lavoratori, per turni e  orari, oltre ad una difficile convivenza con i colleghi che ricoprono il ruolo a pieno titolo essendo vincitori di concorso interno con selezioni e prove.

E per chi resta nelle scuole ???

·    quali saranno le effettive mansioni, oltre all’apertura e chiusura della scuola,  che dovrà svolgere il personale Ausiliario che rimarrà nelle scuole?
·    Quali saranno i rapporti del personale ausiliario con le educatrici e con il settore educativo??

RdB/CUB DICE NO!! NON CI SIAMO PROPRIO!! QUESTO ACCORDO SCONTENTA TUTTI. COMMESSI CHE RESTANO, COMMESSI CHE VERRANNO SPOSTATI, PRECARI CHE RIMARRANO A CASA E, SOPRATTUTTO, CREERA’ SPAVENTOSI DISFUNZIONI NEI SERVIZI EDUCATIVI ALL’INFANZIA!

Gli ospedali non si tagliano. La storia di Castel del Piano

Non sparateci. Siamo solo lavoratori pubblici

USB, 10 anni di rEsistenza

Il saluto del segretario generale WFTU George Mavrikos per i 10 anni di USB

La scuola in pandemia

Politiche attive, il webinar USB

Costruiamo il futuro. Scarica il pdf

SCARICA L'INSTANT BOOK

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati