04 luglio 2020, ultimo aggiornamento alle 10:50
Insieme siamo imbattibili.

PRECARI CROCE ROSSA, L'11 LUGLIO INCONTRO CON ZUCCHELLI. GESMINI, CHIEDEREMO DI MANTENERE LE PROMESSE FATTE DAL GOVERNO

Roma, 06/07/2007 17:06

Roma, 6 lug. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - «Siamo riusciti a 'strappare', per mercoledì prossimo, un incontro con il sottosegretario alla Salute Serafino Zucchelli. Un confronto che aspettavamo da tempo, nel corso del quale esporremo tutte le nostre problematiche».

Ad annunciarlo all'ADNKRONOS SALUTE è Massimiliano Gesmini, coordinatore nazionale Rdb della Croce rossa italiana (Cri), che questa mattina insieme ad altri 100 rappresentanti degli oltre 1.900 precari della Cri ha protestato davanti al ministero della Salute a Roma.

Una protesta che non è passata inosservata, visto che i manifestanti sono stati ricevuti dal vicecapo di Gabinetto del ministero, Claudio De Giuli, che li ha messi in contatto telefonico con il sottosegretario Zucchelli.

Telefonata conclusa con un arrivederci a mercoledì prossimo negli uffici del dicastero di Lungotevere Ripa. Gli operatori della Croce rossa, tra cui infermieri, tecnici e amministrativi, chiedono che venga rispettato quanto previsto dalla Finanziaria, vale a dire «avviare il processo di stabilizzazione dei precari della Cri.

Speriamo - sottolinea Gesmini - che Zucchelli mantenga le promesse fatte da questo Governo che, nei mesi passati a più riprese, si è detto pronto a intervenire con decisione per mettere un freno al fenomeno del precariato all'interno della Croce rossa».

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Primo Maggio - Pazienza zero

La strage nelle RSA lombarde

Il videomecum USB sul coronavirus

A cosa serve la sanità privata?

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni