26 maggio 2020, ultimo aggiornamento alle 23:09
Insieme siamo imbattibili.

ROMA, PROTESTA PRECARI CROCE ROSSA DAVANTI A MINISTERO

Roma, 06/07/2007 15:50

Roma, 6 lug. (Adnkronos Salute) - Chiedono un incontro con il ministro della Salute Livia Turco o con il sottosegretario Serafino Zucchelli. E minacciano di 'mettere le tende' davanti al ministero di Lungotevere Ripa se non verranno ascoltati.

Sono un centinaio di operatori della Croce rossa italiana (Cri) in rappresentanza dei circa 1.900 lavoratori precari della Cri, che chiedono a gran voce che venga rispettato quanto previsto dalla Finanziaria: avviare il processo di stabilizzazione dei precari della Croce rossa.


"Un processo mai avviato - spiega all'ADNKRONOS SALUTE - Massimiliano Gesmini, coordinatore nazionale Rdb della Cri - Ci sentiamo presi in giro - aggiunge - da questo Governo che a parole ci promette l'inserimento effettivo nella pianta organica della Cri, ma nei fatti disattende le attese.

Anzi - conclude Gesmini - in alcune regioni si sta procedendo al taglio di numerosi operatori. Come ad esempio in Toscana".

Roma per gli invisibili

Rilanciare i diritti

Primo Maggio - Pazienza zero

La strage nelle RSA lombarde

Il videomecum USB sul coronavirus

Le nostre vite valgono

A cosa serve la sanità privata?

Il governo Conte è al lavoro per affossare il salario minimo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni