31 marzo 2020, ultimo aggiornamento alle 14:28
Insieme siamo imbattibili.

Sciopero generale, i lavoratori dell’igiene ambientale vogliono operare in sicurezza per il bene di tutti

Roma, 24/03/2020 18:39

I lavoratori dell’igiene ambientale aderiscono allo sciopero generale indetto dall’Unione Sindacale di Base per il 25 marzo. Lo faranno in modalità simbolica, costretti dal diktat della Commissione di garanzia, secondo la quale gli addetti del settore non potrebbe neppure scioperare, nemmeno quando sono messe a repentaglio la loro sicurezza, le loro vite e persino quelle della collettività.: ci sarà quindi un’astensione simbolica dal lavoro di un minuto a inizio turno, accompagnata da presidi ai cancelli delle aziende del settore.

In questa situazione di grave crisi per il nostro Paese non saranno certo i lavoratori e le lavoratrici a far mancare il proprio sostegno alla difesa dei diritti garantiti dalla Costituzione, primo tra tutti quello alla salute. Siamo in un’emergenza sanitaria mondiale ma le istituzioni e le aziende italiane non si stanno assumendo alcuna responsabilità: le misure governative si rivelano inadeguate e le aziende del settore non forniscono i dispositivi di sicurezza e non sanificano ambienti e mezzi di lavoro. Tutto il peso della pandemia dovrebbe insomma ricadere sulle spalle dei lavoratori, visto che aziende e istituzioni riescono solo a chiedere loro di attenersi ai doveri contrattuali. Senza fare alcunché per la loro tutela. A cosa serve dire “restate a casa” se poi le persone sono obbligate a comportarsi in violazione persino delle regole imposte dai recenti provvedimenti governativi?

La risposta di USB è semplice: senza garanzia della sicurezza non c’è garanzia del servizio. Perciòrispediamo ai mittenti i tentativi di sedare la legittima rabbia e le fondate preoccupazioni. Ricordiamo a chi ci vorrebbe zitti e buoni che i lavoratori non si lasceranno abbindolare, perché in caso di pericolo per l’incolumità propria e degli utenti si può e ci si deve fermare! Chiediamo un provvedimento che imponga alle aziende l’applicazione senza deroghe di tutte le norme di sicurezza indispensabili per svolgere il nostro compito. Invitiamo tutti i lavoratori dell’igiene ambientale ad aderire il 25 marzo allo sciopero generale, con astensione simbolica di un minuto a inizio turno e presidi ai cancelli. Questo è solo l’inizio.

#iolavorosoloinsicurezza

 

Unione Sindacale di Base – Lavoro Privato – Igiene Ambientale

 

https://www.usb.it/leggi-notizia/coronavirus-usb-dai-rifiuti-elevato-rischio-contagio-ma-i-100mila-lavoratori-delligiene-ambientale-sono-senza-protezioni-intervenga-il-governo-1336.html 

#25m il punto dello sciopero generale

Il videomecum USB sul coronavirus

Le nostre vite valgono

A cosa serve la sanità privata?

Pontedera: occupato il tetto per la riassunzione in Piaggio

Il governo Conte è al lavoro per affossare il salario minimo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni